Job In Tourism > News > News > In Sardegna con le Chiavi d’oro: è nata l’Associazione sarda

In Sardegna con le Chiavi d’oro: è nata l’Associazione sarda

Di Federico Barbarossa, 7 gennaio 2005

“Cari colleghi, oggi finalmente anche la Sardegna ha la sua Associazione delle Chiavi d’oro. Per anni abbiamo cercato inutilmente di crearne una nostra, staccandoci da quella romana, ma per via della stagionalità della maggior parte degli alberghi presenti in Sardegna, non è mai stato possibile. Solo alcuni mesi fa, e dopo vari tentativi, siamo riusciti a mettere insieme un piccolo nucleo di aderenti, realizzando, quindi, il nostro sogno”.
Così comincia la lettera del neoeletto presidente dell’Associazione sarda portieri d’albergo Le chiavi d’oro, Gabriele Garbati, capo portiere dell’Hotel Cala di Volpe e rappresentante dei concierge dell’isola. Dal 25 febbraio scorso l’Associazione opera in Sardegna occupandosi di promuovere la professione del portiere d’albergo, oramai, come tante altre, in via d’estinzione. Un impegno non facile che il direttivo dell’Associazione ha già fatto suo proponendo incontri, seminari e corsi professionali all’interno di istituti alberghieri al fine di promuovere la crescita dei giovani aspiranti concierge, incrementando il numero dei propri iscritti e il loro impegno negli alberghi in cui lavorano.
Del consiglio direttivo fanno parte Roberto Marin, primo portiere dell’Hotel Romazzino, in qualità di vicepresidente; Federico Barbarossa, secondo portiere del Cala di Volpe, è il segretario; Annalisa Pinducciu, primo portiere dell’Hotel Cervo, è la tesoriera, mentre Luisella Valsesia, secondo portiere del Romazzino, curerà le relazioni interne. Quale prima iniziativa, l’Associazione ha pubblicato due numeri della rivista Concierge information Sardegna, un opuscolo di 84 pagine ricche d’informazioni e notizie indispensabili agli ospiti della Costa Smeralda e, si spera presto, di tutta l’isola.
“Ê soltanto un inizio che c’incoraggia però a cercare nuove iscrizioni in tutta la Sardegna e, tramite questa rivista, a farci conoscere anche dai colleghi di altre regioni. Grazie a questa opportunità – prosegue il presidente Garbati – potremo far conoscere meglio ai nostri clienti, come pure ai nostri colleghi del continente, le bellezze di tutta l’isola, e non solo delle coste. Infatti, prima della nascita della Costa Smeralda, la Sardegna era quasi sconosciuta al di là dell’Europa, tant’è che diversi americani mi telefonavano per sapere in quale parte del Tirreno fosse situata”.
Oggi, quest’isola meravigliosa è conosciuta da molti, ma non nell’entroterra, dove vi sono ancora posti selvaggi e ricchi d’attrattive naturali come il Parco del Gennargentu, con le sue foreste e i suoi canyon, con i piccoli paesi incastonati nelle montagne, nei quali ancora oggi l’ospitalità è sacra. Oppure la piana della Giara, dove sono presenti tuttora centinaia di cavallini che pascolano allo stato brado. Per non parlare della Costa occidentale, con Alghero e le sue bellissime grotte di Nettuno, e ancora più giù verso Tharros, la stupenda Costa verde rimasta intatta in tutti i suoi sessanta chilometri. In occasione del XXVII Congresso nazionale Uipa., tenutosi ad Abano Terme tra il 18 e il 21 novembre 2004, l’Associazione sarda portieri d’albergo Le chiavi d’oro è stata ammessa a far parte dell’Unione nazionale. Grazie a questa ufficializzazione il presidente Gabriele Garbati ha offerto la propria disponibilità a ospitare in Costa Smeralda la prima riunione dei presidenti 2005, che è stata calorosamente accettata dall’Assemblea presente ai lavori. Un appuntamento importante che, come ribadisce il presidente, potrà essere per i giovani aspiranti lo stimolo e l’augurio che sappiano portare, cosi come i loro maestri, quelle Chiavi d’oro che sono il simbolo di grandissima esperienza e professionalità.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati