Job In Tourism > News > Strategie > In Baglioni software dedicati e gestione centralizzata del recruiting

In Baglioni software dedicati e gestione centralizzata del recruiting

Di Job in Tourism, 25 febbraio 2011

«Dedicare la massima attenzione alla selezione del personale è un investimento che porta innegabili vantaggi concreti», sostiene il direttore delle risorse umane di Baglioni Hotels, Massimo Palmerini, «e per questo nella nostra azienda ci serviamo anche di specifici strumenti tecnologici per ottimizzare le procedure. In particolare, utilizziamo un software che consente di gestire i curricula provenienti dai diversi canali (risposte ad annunci, candidature spontanee, contatti dal sito) e di tenerli aggiornati con grande efficienza. A questo si aggiungono metodologie standardizzate di screening che utilizziamo per alcune figure, effettuando test psicoattitudinali e interviste valutative, oltre a considerare gli elementi documentabili. A seguito della riorganizzazione strategica della nostra struttura aziendale, anche quest’area viene oggi gestita centralmente, con un database di cv unificato e non più suddiviso per singola struttura».
Dal 2009 Baglioni Hotels ha in effetti avviato un processo di centralizzazione di alcune funzioni, come il revenue management, la direzione commerciale e il booking, che in precedenza competevano ai diversi hotel: così ora, per esempio, le prenotazioni relative a tutte le strutture vengono gestite dalla sede centrale. Secondo Palmerini, «in questo modo le performance sono migliori e più controllabili: per quanto riguarda la parte commerciale, il team dedicato non è legato alle strutture locali, ma promuove il gruppo nel suo insieme, con un’efficacia potenziata, e anche per la clientela abbiamo una banca dati unica, più funzionale. Analogamente, la gestione unificata del revenue si giova di una maggiore elasticità decisionale, legata al più immediato contatto tra direzione generale e revenue manager».
I risultati della nuova strategia sono incoraggianti: le prenotazioni sono in crescita rispetto all’anno scorso e le previsioni per il 2011 sono ottimistiche. «Siamo contenti di esserci lasciati alle spalle anni un po’ difficili, nei quali siamo orgogliosi di aver mantenuto quasi inalterato il nostro organico, creando anzi opportunità lavorative per gli elementi che si sono distinti nel corso di stage finalizzati all’assunzione, e che sono così stati selezionati sul campo. Alla pratica lavorativa affianchiamo inoltre interventi formativi per i dipendenti, con figure interne dedicate a individuare e soddisfare le esigenze di training. Abbiamo realizzato progetti mirati a migliorare la qualità del servizio e i comportamenti al front office, insieme a incontri motivazionali e di teambuilding e interventi per il miglioramento delle competenze linguistiche a tutti i livelli: per esempio, anche le cameriere ai piani hanno seguito corsi di inglese base. Per quanto riguarda invece la ricerca di nuovo personale, sfruttiamo anche canali come il Tfp Summit per stabilire contatti diretti con figure professionali adatte ai ruoli più delicati, perché talvolta è difficile non solo individuare le persone giuste, ma anche farlo nei tempi giusti, per esempio per fronteggiare rapidamente improvvisi cambiamenti nell’organico».

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati