Job In Tourism > News > Libri > Imparare a degustare gli alimenti

Imparare a degustare gli alimenti

Un libro per aiutare grandi e piccini a riportare sui giusti binari il rapporto col cibo

Un libro per aiutare grandi e piccini a riportare sui giusti binari il rapporto col cibo

Di Marco Bosco, 31 luglio 2014

«Il cibo rappresenta da sempre la vita stessa: è la materia prima che sprigiona nel nostro corpo quel calore che ci permette di muoverci, di lavorare. Il cibo è ciò per cui i nostri progenitori lottavano in ambienti e momenti difficili, ma oggi può anche trasformarsi in vera e propria arte e armonia estetica. Eppure l’atto di nutrirsi, in condizioni di abbondanza, può diventare un momento di vera e propria sofferenza e il pensiero del cibo un’ossessione». Racconta così, Alessandro Circiello, le ragioni della sua ultima fatica editoriale: uno «strumento utile a degustare gli alimenti in modo consapevole e soprattutto a riportare sui giusti binari quel rapporto col cibo spesso troppo conflittuale».
D’altronde, racconta sempre lo chef romano protagonista, tra l’altro, di varie trasmissioni Rai a tema culinario, «sono fermamente convinto che uno stile alimentare bilanciato e una stimolante educazione al gusto rappresentino, fin dall’infanzia, i primi passi di un sano percorso di crescita e di sviluppo fisico: la migliore strada se si vogliono prevenire molti dei disturbi alimentari caratteristici della nostra società dell’opulenza, tra cui l’obesità, che è una delle principali cause dell’accorciamento della vita».
Perché, per Circiello, non c’è solo la via delle diete per combattere il sovrappeso: «Quando l’obesità dipende solo da un cattivo rapporto con il cibo, e non da altre cause organiche o psichiche, io credo che per ripristinare un modo corretto di alimentarsi sia più efficace la cucina che non la dieta; credo che il rimedio vero non consista nella privazione di alcuni alimenti ma nella conoscenza e nella valorizzazione di tutti. Chi ingurgita il cibo in quantità eccessiva in realtà dimostra di non saperlo apprezzare, di non sapersi concedere il piacere della tavola: una pratica raffinata che consiste anche nel non saturare i nostri organi. Allora il rimedio migliore non sta nell’evitare quanto c’è di meglio, ma nel rapportarsi con il cibo, imparare a conoscerlo, a valorizzarlo, a cucinarlo, a portarlo in tavola».

Una delle Ricette per ragazzi

Carciofi sorpresa
Ingredienti per quattro persone
6 cuori di carciofo, 8 filetti di acciughe, 150 g di pane grattugiato, 100 g di pomodorini pachino, timo, origano, foglie di basilico, succo di limone e olio extravergine di oliva qb.

Procedimento
Pulire i carciofi lasciando la parte centrale e passarli nel succo di limone. Cuocerli quindi in acqua bollente e salata e poi passarli in acqua con ghiaccio per bloccare la cottura e fissare il colore. Dividere in due parti i cuori di carciofo.
Mescolare il pane grattugiato con le erbette tritate; lavare i filetti di acciughe e cospargerli con il composto di pane per poi formare dei rotolini. Sistemare i cuori di carciofo su una teglia da forno, adagiarvi i rotolini di acciughe e gratinare il tutto in forno a 180 gradi per quattro minuti.
Dorare i pomodorini nell´olio con il basilico, disporli quindi nel piatto di portata e ultimare con i nidi di carciofi e un filo d´olio.

La scheda

Alessandro Circiello
Ricette per ragazzi
Rai Eri
188 pagine
15,00 euro

Da molti anni impegnato in iniziative e campagne volte a promuovere la salute legata alla cucina, in questo libro Alessandro Circiello propone ai più giovani, ma anche ai loro genitori, 150 ricette per un’alimentazione sana ed equilibrata: corredati di disegni, vivacizzati da una grafica accattivante, suddivisi in base ai pasti (colazione, pranzo, merenda e cena), con alcuni consigli sugli alimenti, i loro abbinamenti e le loro proprietà, e con uno sguardo ai “falsi miti”, i piatti di Circiello confermano l’importanza di un’alimentazione corretta, ricca di alimenti freschi come verdure, carne, legumi e pesce, combinati in modo da incontrare i gusti dei più giovani, ma al contempo in grado di rispondere a tutte le indicazioni di una corretta dieta mediterranea.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati