Job In Tourism > News > Strategie > Il settore è in movimento

Il settore è in movimento

Di Roberto Gentile, 16 marzo 2001

Il franchising è una forma di collaborazione per la distribuzione di beni o servizi fra un imprenditore (affiliante o “franchisor”) ed uno o più imprenditori (affiliato o “franchisee”), giuridicamente ed economicamente indipendenti uno dall’altro, che stipulano un contratto attraverso il quale il franchisor concede al franchisee l’utilizzazione della propria formula commerciale, in cambio di un corrispettivo economico. La tipologia “franchising di servizi” comprende le agenzie di viaggi e turismo e gli alberghi: in questo articolo cercheremo di fare una comparazione tra l’approccio con il franchising da parte di queste due categorie. Il franchising “scopre” le agenzie di viaggi negli anni ’80 e si diffonde inizialmente nei Paesi anglosassoni, soprattutto in Europa del Nord e negli USA. In Italia il fenomeno è più recente e GiraMondo Viaggi di Verona è il primo marchio che si impone sul territorio, registrando una grande diffusione nella seconda metà degli anni ’90. Per quanto attiene il comparto alberghiero già nel 1952 la Holiday Inn apriva il primo albergo a Memphis nel Tennessee e nel 1954 iniziava l’attività di franchising; attualmente la società conta circa 3.000 alberghi per un totale di circa 500.000 camere. Il vero fenomeno, a livello mondiale, è rappresentato però dalla Cendant Corporation di Persippany, New Jersey, che con una serie di acquisizioni nei vari marchi, tra cui negli U.S.A. il famosissimo Howard Johnson, ha raggiunto il numero di 6.500 affiliati, per un totale di oltre 550.000 camere. Indicare il numero esatto degli alberghi affiliati e delle relative camere è però praticamente impossibile, poiché ingressi e uscite si succedono a ritmo vorticoso. L’approccio e l’interpretazione del franchising, da parte di questi due settori, ha diversi punti in comune ma anche tante differenze. Basti pensare al valore dell’investimento: nel caso delle agenzie di viaggi, l’investimento per un punto vendita supera raramente i 100 milioni di lire; nel caso di un albergo, 100 milioni sono un costo plausibile per camera, da moltiplicare quindi per varie decine di volte. Per rendere più leggibili gli elementi in comune e quelli differenti, abbiamo messo a confronto due sistemi, uno per settore: Frigerio Viaggi Network per le agenzie di viaggi, Kyriad, del gruppo francese Envergure, per l’hotellerie. Di Frigerio Viaggi Network ci occuperemo diffusamente nei prossimi articoli. Con Kyriad, l’ambizione del Gruppo Envergure è di offrire sul mercato dell’hotellerie economica in Europa il migliore equilibrio tra hotel di catena e hotel di carattere, ovvero riunire intorno ad uno stesso marchio e ad uno stesso livello di prestazioni un insieme di hotel che conservano il loro proprio carattere ed identità. Le caratteristiche di ogni hotel sono infatti l’architettura e la decorazione individuale, la personalità degli albergatori e del loro personale, la valorizzazione delle specificità locali/regionali. La flessibilità e l’applicabilità del franchising ad ambiti così affini eppure così diversi (come dimostrato nel settore turistico da alberghi e agenzie di viaggi) testimonia il successo e la validità di una formula sempre più diffusa nel mondo.

Frigerio Viaggi Network propone una formula di affiliazione in franchising per agenzie di viaggi, rivolta in modo particolare a chi proviene dal settore turistico, e quindi sicuramente ai lettori di Job in tourism.Per ulteriori informazioni e chiarimenti è possibile inviare un messaggio di posta elettronica all’indirizzo info@frigerioviaggi.net

o mandare un fax al numero 0362.354.254 o telefonare al n. 0362.353.059.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati