Job In Tourism > News > F&B > Il pomodoro, un alimento salutistico dalle proprietà benefiche

Il pomodoro, un alimento salutistico dalle proprietà benefiche

Di Alessandro Circiello, 4 settembre 2009

WWW.ALESSANDROCIRCIELLO.COM

È la bacca più consumata al mondo, l’ortaggio principe della cucina italiana, il re della dieta mediterranea. Eppure, a dispetto della sua ampia diffusione e della sua lunga storia, non finisce mai di stupire e di rivelare sorprese inattese. Anche sul piano salutistico. Proprio per queste sue straordinarie caratteristiche, Alessandro Circiello ha deciso di dedicare al pomodoro due interi appuntamenti della sua tradizionale rubrica su Job in Tourism. In questa prima puntata, in particolare, parlerà delle virtù benefiche di tale ortaggio e delle sue innumerevoli possibilità di utilizzo in cucina.

Se ci sono voluti circa 200 anni perché il pomodoro passasse dai giardini botanici alle cucine di tutta Europa, ne sono occorsi altrettanti per farlo mettere sotto il microscopio dei ricercatori medico-scientifici. Ma i risultati di questi studi hanno dato esiti sorprendenti e il pomodoro ne è uscito a testa alta. Tanto che oggi i nutrizionisti lo ritengono a ragion veduta un alimento amico della linea, dall’azione antiossidante e dagli effetti positivi per il cuore e per le arterie. A fianco di questi benefici nutrizionali, il pomodoro ha poi svelato, negli ultimi anni, delle capacità di prevenzione nei confronti di alcune delle più diffuse malattie della nostra società: le patologie cardiovascolari e certe tipologie di tumori. Queste scoperte, comprovate da numerosi studi condotti a livello internazionale, hanno alimentato un processo di rivalutazione nutrizionale di un ortaggio che, mai come oggi, sta dimostrando di meritare in pieno l’appellativo di oro rosso. Umile ma ricco di virtù preziose, il pomodoro si è insomma rivelato un alimento salutistico dalle proprietà benefiche, un vero alleato del benessere.
Ma naturalmente non finisce qui: le lavorazioni cui può essere sottoposto sono infatti molteplici. Il pomodoro è uno tra gli ortaggi più utilizzati della cucina italiana e, grazie alla sua bontà e semplicità, è diventato uno degli ingredienti base della nostra alimentazione. Un pomodoro tagliato a metà, con un pizzico di sale, permette infatti di assaporare un gusto unico, dato dal sole che l’ha fatto maturare e accompagnato, come se non bastasse, da una notevole quantità di vitamine e sostanze benefiche. Il pomodoro è poi elemento indispensabile per innumerevoli sughi, adatti a essere abbinati a migliaia di diversi tipi di pasta. In cucina, in tutte le stagioni, il pomodoro è inoltre l’ingrediente ideale di una dieta bilanciata che preveda materie prime fresche, naturali e di qualità, anche perché può essere impiegato in moltissime maniere differenti: si consuma, per esempio, crudo, accompagnato con dell’insalata per fantasiosi antipasti o ripieno a piacere. Il suo succo, inoltre, è un’ottima bevanda, che, con l’aggiunta di qualche ingrediente, si trasforma in aceto di pomodoro. Essiccato, si conserva e assume un sapore molto particolare, mentre cotto, sulla fiamma o al forno, è perfetto per zuppe, minestre e minestroni, oltre che per i sughi. Grigliato e messo sulla graticola mantiene, infine, inalterata la purezza del proprio sapore. Alcune ricette a base di pomodoro fresco hanno così saputo travalicare l’ambito regionale in cui erano state generate, per assumere una valenza compiutamente nazionale: ne sono un esempio i pomodori ripieni (con riso, carne o tonno) di origine calabrese, o l’insalata caprese (pomodoro e mozzarella).

Risotto con scampi e polvere di liquirizia

Ingredienti per 4 persone
Bisque (salsa di crostacei) g. 800, riso vialone nano g. 320, code di scampi g. 350, cipolla bianca g. 50, olio extravergine di oliva g. 50, liquirizia in polvere g. 10, sale g. 15, aneto g. 10, aglio g. 10, liquore di mirto qb.
Procedimento
Spadellare velocemente le code di scampi in una padella con l’olio e l’aglio intero e riservare in aneto fresco. Tostare poi il risotto in una casseruola con poco olio e la cipolla tritata, bagnare con del liquore di mirto, unire la bisque bollente, portare a cottura, rettificare di sapore e mantecare fuori dalla fiamma con l’olio.
Composizione: disporre il risotto all’onda sul piatto, ultimare con tre code di scampi, passare all’aneto, e concludere, lateralmente, con una linea di liquirizia in polvere.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati