Job In Tourism > News > News > “Il periplo del Mediterraneo”: nuove arti tra Genova e Istanbul

“Il periplo del Mediterraneo”: nuove arti tra Genova e Istanbul

Di Job in Tourism, 14 maggio 2004

Si è aperta a Genova il 7 maggio e si concluderà il 4 luglio, al Museo dell’Accademia ligustica di belle arti, in Largo Pertini, e alla Loggia di Banchi, in piazza Banchi 2, un’importante esposizione articolata in due sezioni. Al Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti “Quattro maestri del Novecento: Alberto Burri (Italia), Antoni Tàpies (Spagna), Yves Klein (Francia), Stephen Antonakos (Grecia)”, a cura di Maurizio Calvesi. Alla Loggia dei Banchi “Nuove espressioni tra Genova e Istanbul: sedici artisti emergenti che si esprimono attraverso diversi linguaggi espressivi (video-art, installazioni, elaborazioni fotografiche, manipolazione del corpo, protesi bio-cibernetiche…): Gulsun Karamustafa (Turchia), Mona Hatoum (Libano), Michal Rovner (Israele), Mona Marzuk (Egitto), Ghada Amer (Egitto), Adel Abdessemed (Algeria), Touhami Ennadre (Marocco), Jan Munoz (Spagna), Dominique Gonzales-Foerester (Francia), Claude Leveque (Francia), Botto e Bruno (Italia), Bianco-Valente (Italia), Lala Meredith-Vula (Bosnia-Erzegovina), Adrian Paci (Albania), Sisley Xhafa (Kosovo), Takis Zerdevas (Grecia)”, a cura di Marisa Vescovo.
“Il periplo del Mediterraneo” presenta le opere di artisti appartenenti al mondo che circonda questo suggestivo mare, millenario luogo di incroci e scambi, artisti capaci di esprimerne la complessità, il fascino, le mille culture, le diverse civiltà. Pochi luoghi come Genova con il suo porto sono più adatti a questo periplo da antichi navigatori provenienti da paesi lontani. Un modo per mostrare gli spazi geografici e mentali e i nuovi percorsi che forse solo l’arte è in grado di aprire, in un’epoca storica segnata da drammatici conflitti com’è la nostra.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati