Job In Tourism > News > F&B > Il mondo celebra la cucina danese

Il mondo celebra la cucina danese

Di Job in Tourism, 25 marzo 2011

Continua il grande successo della cucina danese anche dopo i riconoscimenti dello scorso anno, che hanno visto, tra gli altri, il Noma di Copenaghen essere dichiarato miglior ristorante al mondo, in una speciale classifica elaborata dalla San Pellegrino. Un altro protagonista della cucina di questa capitale del Nord, Rasmus Kofoed, chef del ristorante Geranium, già vincitore del Bocus d’Or Europe 2010, si è infatti confermato ai massimi livelli, questa volta trionfando a livello globale e aggiudicandosi il Bocus d’Or 2011: il concorso mondiale che si tiene ogni due anni a Lione durante il Salon international de la restauration, de l’hôtellerie e de l’alimentation (Sirha). A valutare la gara, a cui hanno partecipato due dozzine di chef provenienti da tutto il mondo, un panel di 24 esperti, tra cui lo stesso fondatore del premio, Paul Bocuse.
La creatività della cucina danese trae ispirazione anche da quella italiana, come dimostra questo risotto dello chef Per Mandrup, fondatore dell’Istituto culinario della Danimarca e membro della nazionale cuochi danese.

LA RICETTA
La creatività della cucina danese trae ispirazione anche da quella italiana, come dimostra questo risotto dello chef Per Mandrup, fondatore dell’Istituto culinario della Danimarca e membro della nazionale cuochi danese.

Risotto con sedano rapa, capesante, pomodoro e basilico

Ingredienti per 5 persone: risotto dl. 2; cinque grandi capesante; mezzo sedano rapa tagliato a dadini grossolani; latte dl. 2; due scalogni (finemente affettati); due cucchiai da tavola di olio di semi; vino bianco dl. 1; brodo di pollo dl. 2; due-tre cucchiai da tavola di burro; Parmigiano grattugiato g. 50; mezza mela; un cucchiaio da tavola di succo di limone; la scorza di mezzo limone tagliata a julienne; cinque pomodorini in concasse (tagliati a pezzetti); mezzo mazzetto di basilico tagliato in strisce grossolane; aceto balsamico caramellato dl. 1
Procedimento: bollire il sedano rapa a dadini in un po’ di latte per dieci minuti, poi preparare il risotto. Mescolare quindi rapidamente la mela a dadini nell’aceto balsamico caramellato. Arrostire a fuoco alto, velocemente ma bene, le capesante. Mescolare quindi nel risotto il Parmigiano grattugiato, la mela, i pomodorini in concasse, il basilico, il sedano rapa tagliato a pezzetti e il succo di limone. Aggiungere le capesante, infine salare e pepare a piacere.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati