Job In Tourism > News > News > Il meeting invernale di Ehma a Follina nella bella Marca Trevigiana

Il meeting invernale di Ehma a Follina nella bella Marca Trevigiana

Di Anna Romano, 19 gennaio 2007

Il Relais & Chateaux Villa Abbazia e l’Hotel Dei Chiostri a Follina, suggestivo borgo in provincia di Treviso nella bella Marca Trevigiana, sono la prestigiosa cornice che ha ospitato la riunione invernale dell’Ehma, organizzata dal national delegate Johanna Fragano e dal deputy Gianfranco Baroncelli.
Nei due hotel della famiglia Zanon, classico l’uno, contemporaneo l’altro, gli ospiti hanno potuto gustare le squisite specialità legate alla tradizione locale, preparate dallo chef Roberto Franzin, del Ristorante La Corte di Villa Abbazia, accompagnate da vini del territorio, dal Prosecco di Valdobbiadene ai Colli di Conegliano.
La scelta della location per il meeting invernale organizzato dall’Italian chapter dell’Ehma (European hotel managers’ association), un territorio che offre tesori artistici creati da geni come Palladio e Canova, gastronomia e vini di grande qualità, era perfetta per sottolineare il livello di professionalità e di qualità che i soci di Ehma pongono all’apice del concetto di management.
Nel corso della riunione di lavoro sono stati presentati tre nuovi soci, che portano a 91 la membership del Chapter italiano, la più numerosa in seno all’Ehma: Marco Montagnani del Meliá Poltu Quatu in Costa Smeralda, Eugenio Rigo dell’Hotel Metropole di Venezia e Andrea Tommasini del Boscolo Grand Hotel dei Dogi di Venezia.
La riunione è stata seguita da una visita alla splendida Abbazia Cistercense di Santa Maria a Follina e da un pranzo rustico in un bosco secolare delle vicinanze, alla Baita San Daniele. Ma le vere meraviglie sono venute con la visita a Villa Barbaro a Maser e al Museo di Canova a Possagno.
Villa Barbaro a Maser è uno tra i più alti esempi del genio di Andrea Palladio e riesce a fondere in un equilibrio perfetto villa, azienda e paesaggio. Gli affreschi che la decorano, di Paolo Veronese, sottolineano, con allegorie e scene simboliche, l’armonia che deve regnare tra l’umanità e la natura. Costruita tra il 1550 e il 1560, Villa Maser fu acquisita nel 1934 dalla famiglia Volpi di Misurata, che ancora la abita. Nel 1996 è stata dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’umanità.
A Possano, dove ebbe i natali Antonio Canova, si può ammirare il tempio canoviano, una chiesa progettata dallo scultore ispiratosi al Pantheon di Roma, e la gipsoteca canoviana, raccolta di calchi e gessi delle sue celebri opere presso la casa dell’artista. L’ampliamento della gipsoteca fu realizzato dall’architetto Carlo Scarpa.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati