Job In Tourism > News > News > Il giro delle stagioni propone nuovi motivi per l’abbellimento delle strutture turistiche

Il giro delle stagioni propone nuovi motivi per l’abbellimento delle strutture turistiche

Di Flavia Mangeli, 16 novembre 2001

Precedentemente abbiamo parlato di come inserire la frutta nelle composizioni floreali e ritengo che nella stagione autunnale sia una pratica particolarmente interessante, considerando che i suoi colori sono in armonia con quelli del periodo. In nessun’altra stagione la gioia e la malinconia si uniscono come in autunno; le composizioni di foglie, bacche, fiori e frutta, che sembrano appena raccolti nei giardini, nei campi e dai cigli dei sentieri durante una passeggiata, riflettono in modo perfetto le caratteristiche dell’autunno. Non ha importanza se all’esterno fa bel tempo o meno, le composizioni in un albergo o ristorante devono emanare calore per dare una sensazione di benessere all’ospite. Certo, i fiori dai colori vivaci ci sono tutto l’anno, ma l’autunno li arricchisce particolarmente con frutti e bacche. I fiori e i frutti si uniscono in composizioni opulente come si usava nel periodo Barocco; sia le linee formali sia l’inserimento di foglie e frutta e l’abbondanza dell’insieme richiamano proprio questo periodo. Il Barocco sviluppatosi tra i primi decenni del 600 e la metà del 800 ha caratterizzato l’architettura, la scultura, la pittura, la letteratura e la musica in una sorta d’esuberanza naturalistica e d’accesa fantasia. Una grande composizione di questo tipo messa nella hall di un albergo impressionerà il cliente, trasmettendogli una impressione di buona accoglienza e gli darà la sensazione di essere in una struttura prestigiosa e ben organizzata. Bisogna ricordare l’importanza dei cromatismi dei fiori, delle loro forme e proporzioni; sicuramente il fiorista di fiducia saprà equilibrare il tutto per una riuscita ottimale.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati