Job In Tourism > News > Editoriale > Il futuro della ristorazione?

Il futuro della ristorazione?

Di Antonio Caneva, 5 novembre 2018

È recente la notizia che la società Cigierre ha acquistato la catena di ristorazione brasiliana Temakinho.

Cigierre gestisce già numerosi, conosciuti, marchi che propongono ristorazione a tema: il più noto è Old Wild West, ma anche Wiener House, American Graffiti, PizziKotto e da ultimo, per la cucina orientale, shi-S.

Recentemente, a Verona, per farmi colmare una lacuna, i miei colleghi mi hanno portato a cena in un ristorante di una catena che propone la succulenta cucina del West: Roadhouse Grill. Non era male per passare un’ora in modo informale; comunque niente di memorabile. Mentre invece memorabile era il ristorante della sera successiva, che trasmetteva l’anima del luogo in cui era inserito, con una cucina locale semplice, da ricordare.

All’inizio c’era McDonald, arrivato in Italia con una proposta innovativa (per la gioia dei bambini), che si è velocemente diffusa. E ora numerosi sono i concept che si stanno sviluppando: dalla cucina giapponese a quella centrata sui crostacei, sino a quella che propone un mix di brasiliano – giapponese. per non parlare poi dei numerosi brand che propongono la pizza in mille declinazioni: alta, sottile, alla romana…

Anche l’industria si è accorta di questo filone, e sta investendo dove individua la possibilità di trasformare una attività individuale in un prodotto industriale. Perché questo è il vero significato: trasformare i locali in modelli replicabili all’infinito, per occupare tutti gli spazi disponibili. Tanti di questi moduli sono validi, ma altri, invece, sono cattive repliche della cucina tradizionale.

Allora, cosa si prospetta per il futuro di un’attività stretta tra gli “chef spettacolo” e le nuove linee ristorative, che si moltiplicano? Riusciremo ancora ad andare a un ristorante comodo, dove passare una serata in tranquillità, serviti in maniera adeguata, con un’offerta gastronomica non “rigida”?

Non ci si può mettere di traverso allo sviluppo del mercato; sarà necessario rendere sempre più attraente la propria offerta enfatizzando i punti di forza, anche se è più facile a dirsi che a farsi e, comunque, alcuni resteranno indietro, in maniera purtroppo definitiva.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati