Job In Tourism > News > News > Il franchising sotto la lente

Il franchising sotto la lente

Di Roberto Gentile, 1 gennaio 2001

Roberto Gentile iinizia la sua carriera in Alpitour nel marketing operativo assistenza e gestione escursini. Dopo un’esperienza con il Club Meditérranée passa ai Viaggi del Ventaglio come responsabile dei servizi turistici e assistenza. Dal 1999 è partner Frigerio Viaggi Network, dove è responsabile del progetto di affiliazione di agenzie di viaggi in franchising.

Cari lettori, il percorso che inizia oggi e proseguirà per tutto l’anno appena iniziato ci condurrà alla scoperta di una delle formule commerciali più rivoluzionarie e innovative degli ultimi vent’anni: il franchising. Rivoluzionaria perché il franchising ha letteralmente scardinato alcuni concetti commerciali che risalgono alla nascita del commercio moderno, ovvero al Medio Evo. Innovativa perché proprio nel franchising trovano la massima espressione strumenti come Internet o fenomeni come la globalizzazione, ovvero il futuro del commercio e della nostra vita quotidiana. In omaggio alla testata che ci ospita, in questi incontri affronteremo il tema con particolare attenzione all’applicazione del franchising nella distribuzione turistica italiana. Buona lettura. Fare la spesa alla Upim, mangiare un hambuger da Mc Donald’s, acquistare un gioiello da Blu Point, sfogliare dei libri da Rizzoli, comprare del materiale di cancelleria da Buffetti, mandare un fax da un Mail Boxes, noleggiare una videocassetta da Blockbuster: cos’ hanno in comune tutte queste attività ? Semplice: sono tutte insegne di catene in franchising. Il franchising, che tradotto in italiano vuol dire “affiliazione commerciale”, è una forma di collaborazione continuativa per la distribuzione di beni o servizi fra un imprenditore (affiliante o “franchisor”) ed uno o più imprenditori (affiliato o “franchisee”), giuridicamente ed economicamente indipendenti uno dall’altro, che stipulano un contratto attraverso il quale il franchisor concede al franchisee l’utilizzazione della propria formula commerciale, comprensiva dei seguenti elementi:

– trasmissione del suo know-how (l’insieme delle tecniche e delle conoscenze necessarie);

– autorizzazione all’utilizzo dei propri segni distintivi (nome, marchio, insegna);

– erogazione di una serie di servizi e forme di assistenza atte a consentire al franchisee la gestione della propria attività secondo gli standard stabiliti dal franchisor.

Il franchisee, da parte sua, si impegna a far proprie la politica commerciale e l’immagine del franchisor, nell’interesse reciproco delle parti e del consumatore finale, nonché a rispettare le condizioni contrattuali pattuite. Entrando più nel dettaglio, ecco i tratti peculiari del rapporto franchisor-franchisee:

– per la durata del franchise, il franchisee ha il permesso di gestire un’impresa usando un nome specifico appartenente al franchisor o associato ad esso;

– il franchisor esercita continui controlli sul modo con il quale il franchisee gestisce l’impresa per tutta la durata del contratto;

– il franchisor è obbligato a fornire assistenza al franchisee per quanto riguarda la conduzione dell’impresa;

– il franchisee deve effettuare pagamenti periodici al franchisor per la licenza stessa e per i beni o servizi da questi fornitigli.

Il rapporto di affiliazione commerciale in franchising prevede quindi:

– l’esistenza di un contratto dettagliato contenente tutti i termini dell’accordo;

– la facoltà per il franchisee di operare su un determinato mercato, generalmente ma non necessariamente in esclusiva, sfruttando il marchio, le conoscenze, i procedimenti, le strategie di marketing messe a disposizione dal franchisor;

– il pagamento di un canone al franchisor come compenso per l’uso degli elementi sopraindicati e per l’assistenza che viene fornita durante il rapporto;

– la permanenza del diritto di proprietà del franchisee sulla propria impresa;

– la necessità di controllo ed assistenza costanti da parte del franchisor.

In base al settore nel quale la rete di franchising viene sviluppata, si distingue tra:

– franchising di produzione o industriale: si ha quando un produttore concede a un altro imprenditore, sempre indipendente, la facoltà di produrre dei beni utilizzando i propri marchi, i processi necessari o la formula per la fabbricazione di un prodotto, e la possibilità di rivendere tali beni sul mercato. E’ una tipologia poco rappresentata in Italia e diffusa soprattutto nel Nord Europa: le aziende leader in questo settore sono Coca-Cola e Schweppes;

– franchising di distribuzione: si suddivide a sua volta in quattro sottotipi, a seconda dei rapporti intercorrenti tra imprenditori collocati a stadi diversi del canale:

· produttore – dettagliante

· grossista – dettagliante

· grande distribuzione – dettagliante

. grande distribuzione – grossista

Il franchisor può essere, quindi, sia un produttore che un distributore, il quale seleziona i prodotti, si approvvigiona o li fa produrre per proprio conto da terzi e li distribuisce, in tutto o in parte, attraverso la sua catena di franchisee. E’ una tipologia che negli anni ’70 è stata quasi sinonimo di franchising: la adottavano Standa, Rinascente, Coin;

– franchising di servizi: è l’accordo che si instaura tra il produttore di un servizio e dei dettaglianti. Il franchisor in questo caso vende un pacchetto di tecniche e conoscenze per la prestazione di servizi, oltre a prodotti collegati, nei settori più diversi: dalla ristorazione all’attività alberghiera (franchising di tipo alberghiero), dall’attività immobiliare alla locazione di veicoli (franchising di tipo terziario puro).E’ la tipologia in maggiore sviluppo, soprattutto in Italia: Jolly Hotels, Tecnocasa, Buffetti, Mail Boxes sono alcuni tra i marchi più noti. Proprio a questa categoria appartengono le agenzie di viaggi e turismo in franchising, alle quali dedicheremo molto spazio nei prossimi articoli.

Frigerio Viaggi Network propone una formula di affiliazione in franchising per agenzie di viaggi, rivolta in modo particolare a chi proviene dal settore turistico, e quindi sicuramente ai lettori di Job in tourism.Per ulteriori informazioni e chiarimenti è possibile inviare un messaggio di posta elettronica all’indirizzo info@frigerioviaggi.net o mandare un fax al numero 0362.354.254.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati