Job In Tourism > News > Strategie > Il controllo degli ingressi

Il controllo degli ingressi

Il personale in uniforme deterrente contro i malintenzionati

Il personale in uniforme deterrente contro i malintenzionati

Di Alberto Bellotti, 23 marzo 2012

Così come il controllo del perimetro, anche quello degli ingressi richiede l’esistenza e la contemporanea interoperatività di barriere fisiche, apparecchiature elettroniche, personale ben addestrato e motivato, procedure di sicurezza e di controllo. Già al momento della sua realizzazione l’albergo dovrebbe così essere strutturalmente progettato in modo da garantire il massimo della sicurezza con il minimo impiego di personale. E questo vale anche per le aree di accesso, dove i rischi che corrono i clienti sono soprattutto relativi ai furti di documenti, di denaro e dei bagagli, nonché agli attentati e alla violazione della privacy.
Tenendo perciò conto di tali evenienze di origine criminale, capaci di coinvolgere, oltre agli ospiti, anche il personale dell’hotel, l’esistenza di un solo ingresso sarebbe sempre la situazione ideale. Nella realtà, tuttavia, sussistono normalmente una pluralità di punti di passaggio da e verso l’esterno, tra cui, per esempio, gli ingressi pedonali per gli ospiti e le entrate per i fornitori e il personale di servizio. A ciò si deve poi aggiungere l’ingresso dell’eventuale parcheggio della struttura.
In tutti questi casi la migliore sensazione di sicurezza viene data dalla presenza di collaboratori dell’albergo in uniforme: il portiere all’esterno dell’ingresso principale, il facchino per i bagagli, il personale alla reception, l’addetto alla ricezione delle merci dei fornitori. I malintenzionati, infatti, non amano la presenza di personale di servizio vigile e presente, che non solo li controlla, impedisce loro di accedere nella hall e protegge i bagagli dei clienti, ma può anche bloccare i responsabili di eventuali reati fuori dall’albergo oppure, per lo meno, avendoli visti e individuati, è in grado di svelarne l’identità alla polizia.
L’attività del personale dell’albergo da sola, però, non basta: deve essere supportata dall’impiego di apparecchiature elettroniche di controllo, normalmente installate alla reception, luogo solitamente deputato a svolgere le funzioni di centro di controllo degli allarmi e delle telecamere presenti nella dotazione dell’albergo.
All’ingresso principale, inoltre, una porta girevole blindata e controllata dalla reception, oppure due porte successive interbloccate, possono quindi consentire di fermare eventuali malintenzionati. A tal fine, il banco della reception dovrebbe essere in posizione comoda per controllare tutti i movimenti nella hall, da dove sarebbe meglio che transitasse ogni movimento di entrata e di uscita dei clienti.
Gli accessi ai parcheggi dall’esterno dovrebbero poi essere controllati e autorizzati dalla stessa reception, che dovrebbe monitorare, però, anche i passaggi dall’interno, magari tramite sistemi di richiesta consenso per l’apertura di porte interne ed esterne. E ciò soprattutto per evitare che gli ospiti se ne vadano senza pagare o che il personale di ditte esterne, o direttamente dipendente, possa caricare su autoveicoli merce illecitamente sottratta ai clienti o allo stesso albergo. Anche il controllo dei fornitori all’ingresso dovrebbe coinvolgere quindi la reception così come, naturalmente, il personale addetto alla ricezione della merce.
Dopo il primo ingresso dei clienti e la loro registrazione, si potrebbe infine prevedere di subordinare il loro accesso alle aree interne, o l’utilizzo degli ascensori, al possesso di una tessera magnetica, che funzioni da chiave come per la porta della camera. E pure il prelievo delle eventuali chiavi fisiche da parte del personale dell’albergo potrebbe essere registrato con l’impiego di appositi contenitori, apribili a combinazione o con tessere magnetiche e in grado di riportare chi le ha prelevate e quando le ha riportate. Il tutto chiaramente a scopo preventivo, ma anche per facilitare eventuali interventi successivi, agevolati dalle riprese di telecamere strategicamente poste nei principali luoghi di passaggio.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati