Job In Tourism > News > News > I vantaggi di un’offerta flessibile

I vantaggi di un’offerta flessibile

Di Massimiliano Sarti, 29 febbraio 2008

L’Italia è al centro dei piani d’espansione targati Hilton. Certo, non è una novità che il mercato della nostra penisola sia nel mirino delle grandi catene alberghiere internazionali, ma con l’arrivo in Europa dei brand americani del gruppo Hilton, le possibilità di sviluppo della compagnia nel nostro paese si sono decisamente moltiplicate. «L’acquisto della Hilton international da parte di Hilton hotels corporation ha riunificato nel 2006 in un’unica società tutti i marchi Hilton: una fusione che ci ha permesso di pianificare l’esordio nel Vecchio Continente di brand come Garden inn o Doubletree, prima presenti solo nel mercato americano. Questo ci garantisce ora la flessibilità necessaria a trovare la soluzione migliore per ogni location italiana», spiega il regional director of sales, Antonella Sgobba. «Così, se solo fino a quattro anni fa avevamo appena tre hotel in Italia, ora, comprendendo le aperture dei prossimi 18 mesi, ne contiamo già 16 e la penisola è stata inserita tra i cinque mercati a maggior potenziale di sviluppo per il nostro gruppo».
Un’espansione, quella italiana, che non riguarda solamente le grandi metropoli ma che interessa anche città relativamente più piccole come Matera, Bari o Lecce. «Stiamo stipulando soprattutto contratti di franchising», prosegue Sgobba. «Anche in questo caso, abbiamo scelto uno strumento che ci consenta di adattare i nostri prodotti a ogni singola realtà locale». Al centro dei piani del programma di sviluppo Hilton in Italia, si trova, in particolare, l’offerta congressuale, storicamente uno dei segmenti di punta del gruppo. Una proposta mice, che non si limita alle grandi strutture come il Molino Stucky di Venezia, ma che si declina in una serie di hotel adatti alle molteplici esigenze degli organizzatori anche di eventi medio-piccoli. «A questo proposito», racconta Sgobba, «abbiamo recentemente lanciato il progetto Hilton meetings: un programma appositamente studiato per i convegni di dimensioni non superiori ai 50 partecipanti, che definisce i criteri di qualità a cui ogni nostra struttura deve attenersi per garantire servizi ottimali agli organizzatori d’eventi».
Ma persino un punto di forza indiscusso come l’offerta congressuale Hilton può trasformarsi in un elemento di debolezza in presenza di congiunture particolari, messe per esempio in moto da eventi poco prevedibili come la nota vicenda della sospensione delle sponsorizzazioni farmaceutiche a inizio 2007. «In effetti i nostri risultati operativi del primo trimestre dell’anno scorso sono stati parzialmente influenzati dalla diminuzione della domanda mice di questo particolare segmento di mercato» ammette Sgobba. «Ciononostante siamo riusciti a raggiungere tutti gli obiettivi del 2007. Rimane perciò solo il rammarico di un risultato, che in una situazione di stabilità, sarebbe potuto essere ancora migliore. Ora, in ogni caso, il mercato sembra stare tornando alla normalità. Inoltre, il nostro network internazionale ci consente di raggiungere un vasto bacino di clientela business proveniente da tutto il mondo: un fattore che mitiga notevolmente gli effetti di eventuali flessioni improvvise della domanda locale».

Le prossime inaugurazioni

L’Excelsior Hilton Palermo sarà inaugurato entro la primavera del 2008. Offrirà, tra l’altro, 116 camere, tra cui sei suite e due sale meeting.
Lo storico des Palmes Hilton Palermo, dopo un accurato restauro conservativo, si riproporrà prossimamente al pubblico con 172 camere e sei sale meeting.
L’Hilton Garden Inn di Bari aprirà entro la fine di quest’anno e disporrà di 88 camere e tre sale meeting.
L’Hilton Garden Inn di Lecce sarà inaugurato entro l’estate 2009 e sarà dotato di 143 camere, nonché di sei sale meeting e di un business center aperto 24 ore su 24.
Il primo hotel Doubletree by Hilton in Europa aprirà i battenti a Milano entro l’ottobre del 2008. Il nuovo hotel disporrà di 240 camere e di strutture meeting con oltre 450 metri quadrati di spazi congressuali flessibili.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati