Job In Tourism > News > Travel industry > I must per i business traveller

I must per i business traveller

Wifi e connessione gratuita indispensabili secondo una ricerca Four Points by Sheraton

Wifi e connessione gratuita indispensabili secondo una ricerca Four Points by Sheraton

Di Marco Bosco, 13 settembre 2012

I business traveller di oggi viaggiano sempre con tre o quattro dispositivi mobile per tenere i contatti con casa e ufficio, preferiscono i tablet ai computer portatili e quando comunicano con la famiglia nella propria camera d’albergo amano farlo tramite video chat, per potersi vedere almeno sul monitor. Sono questi alcuni dei principali risultati di un recente studio commissionato dal brand Four Points by Sheraton Hotels del gruppo Starwood. L’indagine ha raccolto le opinioni di circa 6 mila viaggiatori provenienti dal Regno Unito, dagli Usa e dalla Germania, nonché da Cina, India e Brasile. «La nostra ricerca», spiega il senior vice president, specialty select brands, di Starwood, Brian McGuinness, «ha evidenziato alcuni aspetti chiave riguardanti le abitudini It dei business traveller. In particolare è chiaro come le video chat siano strumenti sempre più diffusi per rimanere in contatto con la famiglia, tanto da essere ormai preferiti ad altri canali vecchi e nuovi come le e-mail, gli sms e il telefono. Non solo: mentre i business centre rimangono dei servizi fondamentali, che ogni hotel dovrebbe sempre garantire, la connessione wifi gratuita, con accesso Internet in camera, è ormai una necessità improrogabile per chi viaggia per lavoro».

La tecnologia rende la vita più semplice
I dettagli dell’indagine

• I viaggiatori d’affari si muovono, mediamente, con tre o quattro dispositivi portatili: lo smartphone, in particolare, è lo strumento più popolare (utilizzato dal 74% del campione), seguito dai tablet (65%), dai lettori musicali (43%) e dai laptop (32%).
• I cellulari rappresentano una vera e propria mania: il 12% dei business traveller ammette persino di non spegnerli neppure mentre si trova in volo; non solo: controllare il proprio smartphone è la prima cosa che il 36% degli intervistati fa quando si sveglia nella propria camera d’albergo, contro il 19% che accende la televisione e il 18% che va in doccia. Il 12%, infine, controlla Facebook e il 7% chiama a casa.
• I tablet battono i computer portatili: quasi sette business traveller su dieci (il 68%) utilizzano più spesso le tavolette in stile iPad rispetto ai propri laptop.
• I dispositivi portatili servono soprattutto a controllare le mail: il 90% del campione sostiene che leggere la propria posta elettronica sia la motivazione principale per cui portano con sé tali strumenti. A seguire, navigare su Internet e fare social networking (75%), nonché mantenere attive le comunicazioni con il proprio ufficio (73%).
• La tecnologia rende la vita più semplice: oltre il 60% del campione interpellato reputa che viaggiare con dispositivi It sia personalmente vantaggioso.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati