Job In Tourism > News > Prodotti > I detergenti professionali sono high-tech

I detergenti professionali sono high-tech

Non tutti i prodotti per la pulizia sono uguali: sbagliare significa incorrere nel rischio di scontentare gli ospiti e, nei casi peggiori, persino di vedersi arrivare i Nas in hotel

Non tutti i prodotti per la pulizia sono uguali: sbagliare significa incorrere nel rischio di scontentare gli

Di Giorgio Bini, 3 maggio 2018

Lo sporco che si deposita nelle fibre tessili dei capi di lavanderia, difficile da togliere perché lavaggi eccessivamente aggressivi minacciano di rovinare il tessuto; ma anche rischi da infezioni e contaminazione batterica; senza dimenticare i pavimenti scivolosi e il calcare duro estremamente complesso da rimuovere. Sono solo alcune delle criticità in campo igienico-sanitario con cui si confronta quotidianamente una struttura alberghiera: problemi di non sempre facile soluzione, che tuttavia possono essere risolti con l’impiego di detergenti adeguati e magari con l’ausilio di un pizzico di tecnologia. «Il problema è che spesso gli hotelier sottovalutano la questione, ritenendo erroneamente che i prodotti per la pulizia professionale siano sostanzialmente tutti uguali fra loro, senza notare le differenze che invece hanno conseguenze sensibili», spiega Maurizio Allegrini, titolare dell’omonima impresa specializzata nella produzione di detergenti professionali, che potrete incontrare in occasione del prossimo Web in Tourism, in programma all’Enterprise di Milano martedì 5 giugno.

Domanda. Ci sono altri aspetti generalmente poco considerati?
Risposta. Sicuramente si presta spesso troppa poca attenzione alla formazione: ciò comporta usi impropri dei prodotti, procedure di pulizia sbagliate, dispendio di tempo e sprechi notevoli. In particolare, un errore particolarmente ricorrente riguarda la scorretta diluizione dei detergenti che, in casi estremi, provoca danni permanenti alle superfici trattate. Il tutto senza riuscire neppure a soddisfare le esigenze di pulizia giustamente pretese dai clienti.

D. Quali sono le conseguenze a cui un hotel può andare incontro?
R. Nell’era delle recensioni online, il rischio principale riguarda le segnalazioni negative degli ospiti legate all’insoddisfazione in tema di pulizia dell’albergo. Ma c’è anche il pericolo che qualcuno di loro possa incorrere in un’infezione batterica, dovuta al contatto con superfici non sufficientemente igienizzate. E nei casi più gravi, l’albergatore può persino ricevere denunce, multe e sequestri a opera dei Nuclei antisofisticazione (Nas).

D. Qual è allora il vantaggio di un approccio professionale?
R. Almeno per quanto ci riguarda, c’è prima di tutto un’esperienza di 70 anni alle spalle, che ci ha portato alla realizzazione di detergenti professionali per diversi settori di business e che comprende anche una divisione Horeca & facilities. A tutto ciò si aggiunge il metodo Allegrini: un disciplinare dettagliato, frutto di un’analisi approfondita delle necessità dei clienti. Inoltre, un’azienda come la nostra investe continuamente in ricerca e sviluppo, per lo studio di nuovi prodotti e servizi in grado di rispondere al meglio a esigenze di pulizia in costante evoluzione.

D. Quali le ultime novità, in particolare?
R. Recentemente abbiamo elaborato nuove formule all’avanguardia, testate per performance elevate e dotate di un sofisticato impianto hi-tech: la nuova linea in fase di lancio TopFormula+ è stata progettata nei minimi dettagli da un vero e proprio pool di professionisti del settore che, grazie alla sinergia tra docenti universitari e laboratori di ricerca & sviluppo, hanno perfezionato un innovativo sistema di diluizione composto da 12 detergenti. Il suo concept Fmx parte dalle basi della nostra già famosa formula Fm5, che ha vinto il premio Smart label a Host 2015, aggiungendo funzionalità fino a oggi inedite. Mi riferisco, tra le altre cose, all’identificazione dell’operatore mediante lettura del codice qr posto sul badge del personale, nonché al monitoraggio dei consumi tramite il controllo remoto sulle quantità erogate e alla conseguente fatturazione del quantitativo effettivamente prelevato. Il tutto, senza dimenticare la lettura delle informazioni relative al prodotto tramite monitor touch-screen e molti altri grandi e piccoli perfezionamenti.

Identikit di Allegrini
www.allegrini.com

Nata nel 1945, Allegrini è oggi un’azienda leader in Italia nella produzione di detergenti professionali grazie alla sua esperienza ultra settantennale in tutti gli ambiti che richiedano pulizia, igiene e disinfezione. L’azienda lombarda si è quindi specializzata in diversi settori di business, compreso il segmento Horeca & facilities. Oltre a offrire una vasta proposta di prodotti specifici, alcuni nati direttamente dalle esigenze dei propri clienti, altri realizzati con lo scopo di anticiparle, l’impresa si affida a un vero e proprio protocollo: il metodo Allegrini è un disciplinare che l’azienda segue da anni per accompagnare e affiancare i propri partner in tutte le fasi della pulizia professionale.
Sopralluogo, reportistica sulle esigenze riscontrate, fornitura di prodotti specifici e di attrezzature e accessori complementari sono infatti solo l’inizio di una collaborazione con Allegrini: nella fase di postvendita, l’impresa fornisce consulenza, formazione del personale e assistenza tecnica costante, così come un rapporto dettagliato sui consumi effettuati. In questo modo i clienti dell’azienda lombarda non solo soddisfano le proprie esigenze di pulizia, ma evitano anche di incorrere in costi non preventivati, come lo spreco di prodotto, e risparmiano in termini di consumi e tempi del personale, oltre che in ottica di ottimizzazione degli spazi in magazzino.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati