Job In Tourism > News > News > I campioni vanno al ristorante

I campioni vanno al ristorante

Di Job in Tourism, 13 luglio 2001

Nell’ambito di un diffuso fenomeno di ritorno della grande cucina alberghiera in tutta Italia, a somiglianza di quanto è regola all’estreo, il ristorante dell’Hotel Cicerone di Roma “Le Bouchon” è diventato negli ultimi tempi uno dei ritrovi più frequentati della capitale dagli amanti della buona tavola. Le Bouchon si rivolge a una clientela eterogenea con in più il vantaggio di rimanere aperto anche per il dopo spettacolo. Una particolarità del ristorante del Cicerone, albergo di proprietà del Gruppo Sensi, interamente restaurato lo scorso anno è la facilità di incontrarvi i calciatori della Roma in libera uscita.

Sotto la guida dello chef Giuseppe Settimi e in sala del responsabile della ristorazione Francesco Insardà, Le bouchon propone piatti classici della tradizione mediterranea con sapori netti di stagione in una preparazione ricercata. La scelta segue le tendenze del momento di una cucina creativa, ma solo puntando sulla valorizzazione degli ingredienti più naturali e su una gamma di vini di alto livello. La carta raccoglie infatti etichette pregiate e per suggerire gli abbinamenti più adatti, Francesco Insardà è costantemente presente in sala, vicino alla clientela.

Altra caratteristica della proposta gastronomica di Le Buchon è l’abbinamento della cucina tradizionale e naturale con una presentazione dei piatti fantasiosa che appaga lo sguardo, unica concessione alla moda della nouvelle cuisine che tanti epigoni aveva trovato in Italia negli ultimi anni.

Tra i piatti da segnalare: la minestra di farro, fagioli e spinaci aromatizzata all’olio di peperoncino, il risotto con broccoletti e fiocchi di guanciale mantecato con parmigiano e miele di castagno, il raviolo gigante aperto con tartufo nero di Norcia asparagi e radicchio, gli gnocchetti di patate con zucca gialla e noci in cestino di parmigiano, i gamberoni rossi di Sicilia in sfoglia croccante all’emulsione di pistacchio con polentina di patate, la mousse di cioccolato e prugne in salsa vaniglia.

Arriva con l’estate la proposta del nuovo Buffet Lunch: a Le bouchon, si potrà ora gustare un attraente e variatissimo buffet freddo. Sulla nuova iniziativa gastronomica, il Direttore Generale dell’Hotel Cicerone Aniello Ottiglio confida: “Abbiamo italianizzato la consuetudine statunitense del lunch. I piatti sono presentati in modo da soddisfare anche il piacere dell’occhio, ma nascono dalla freschezza dei nostri prodotti regionali di stagione: la genuinità e la leggerezza restano i marchi di fabbrica della nostra cucina”.

Nel Buffet Lunch la scelta delle vivande è dominata dalle “tentazioni di stagione”. Il ricco e variegato menu spazia dalle insalate ai piatti composti. Non mancano altre proposte più tradizionali: grande scelta e selezione di gusti anche tra i dolci: crostata di ricotta e gocce di cioccolato, classici babà napoletani al rhum e torta di frutti di bosco e pinoli.

L’atmosfera d’insieme del locale è discretamente raffinata, con arredi preziosi tra cui spiccano in particolare gli argenti.

Per Aniello Ottiglio: “E’ importante avere successo e ricevere ospiti importanti, ma Le Bouchon punta ad affermarsi soprattutto per il valore della proposta gastronomica. La nostra più grande soddisfazione è vedere i clienti dell’albergo restare a mangiare da noi: puntiamo sulla qualità e sulle capacità di inventiva dello chef per un ristorante che resti estraneo ai trend passeggeri, destinato a durare negli anni.”

Le Bouchon: Gli artefici del successo

Direttore Generale dell’Hotel Cicerone

Aniello Ottiglio, entra giovanissimo nel mondo del turismo. Dopo molteplici esperienze all’estero in tutti i settori alberghieri, al suo rientro in Italia, dopo un periodo trascorso alla vice direzione di importanti complessi turistici, è già pronto per diventare, all’età di 29 anni, il più giovane general manager d’Italia di quel periodo. Dopo diversi anni che lo vedono impegnato nella direzione generale di noti alberghi di 4 e 5 stelle, oltre alla Direzione Commerciale Italia del Gruppo Wagon Lits, approda nel 1999 al Cicerone dove inizia il suo lavoro di general manager con la completa ristrutturazione dell’albergo e del ristorante, al quale dà il nuovo nome “Le Bouchon”. Ha ricoperto importanti cariche sociali:

· ex Vice-presidente ed attuale Amministratore dell’APRA (Associazione Provinciale Romana Albergatori)

· ex-Vice-presidente dello Skål Club Roma

· Membro del Direttivo Federalberghi

Chef di cucina

Giuseppe Settimi Nato a Tuscania (VT), 46 anni Esperienze professionali:

· 10 anni – Ristorante “Salone Rosa” – Via Collatina – Roma

· 2 anni – Hotel Excelsior di Roma

· 3 anni – Ristorante “Cesarina” – Via Piemonte – Roma

· dal 1985 all’Hotel Cicerone

Direttore di ristorazione

Francesco Insardà, 28 anni Studi alberghieri a Stratford upon Avon College / Inghilterra Diploma di Sommelier Professionista – A.I.S. Roma Corso per Food and Beverage Manager all’Accademia Nazionale Comunicazione ed Immagine di Roma Lingue straniere: Inglese fluente, Spagnolo per servizio Esperienze professionali :

·1993-1997: Stratford Moat House Hotel Gruppo ‘Queens Hotel International’ (Inghilterra)

· Stagione estiva 1997: Hotel La Conca

· Dicembre 1997 – Aprile 1999 Hotel Lord Byron *****L Roma

· Aprile 1999 – Luglio 1999 Billesley Manor Hotel **** Inghilterra

· Luglio 1999 – Dicembre 1999 Empire Palace Hotel ****S Roma

· Gennaio 2000 – ad oggi Cicerone Hotel ****Roma: Restaurant Manager. Responsabile di tutto il reparto di ristorazione: breakfast, room-service, ristorante a la carte e servizio banchetti. Responsabile del personale e dei servizi, incaricato nella scelta dei prodotti e delle attrezzature, la carta dei vini e i menù Associato A.I.S – Associazione Italiana Sommeliers – delegazione Roma.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati