Job In Tourism > News > Architett.e Design > Hotel a misura di golfista: nuove tecnologie per una migliore esperienza di gioco

Hotel a misura di golfista: nuove tecnologie per una migliore esperienza di gioco

Di Vittorio Pedrotti e Andrea Passera, 10 luglio 2009

WWW.VITTORIOPEDROTTI.COM
Il connubio golf e tecnologia sta raggiungendo nuovi standard, davvero impensabili pochi anni fa, e consente l’apertura di prospettive inedite ai giocatori che desiderino mettersi alla prova e allenarsi anche al chiuso, nonché agli albergatori che intendano offrire un servizio in più ai propri ospiti amanti del green. I limiti e le approssimazioni, che fino ad anni fa sembravano insormontabili e condizionavano la possibilità di gioco del golf indoor, sembrano infatti oggi quasi completamente risolti, grazie all’introduzione di speciali telecamere ad alta velocità. In particolare, se in precedenza l’effetto del colpo era dato dalla elaborazione matematica di alcuni dati oggettivi come, per esempio, l’analisi dello swing e la lettura dell’impatto sulla palla, ora è invece possibile simulare il colpo senza approssimazioni, così come è stato effettivamente eseguito, considerando anche la reale parabola della palla.
Il tutto grazie a due telecamere di ultima generazione, in grado di leggere la velocità della palla, il suo alzo e il suo spin (ossia la velocità di rotazione, sia verticale sia laterale): un sistema di lettura del colpo che rende i dati riportati sullo schermo estremamente precisi e capaci di soddisfare pure le esigenze dei professionisti del gioco del golf. Tali novità sono peraltro affiancate anche da alcuni sviluppi in campo grafico: il programma Sports coach systems, il produttore del sistema sopra descritto, è, in particolare, già fruibile in alta definizione (Hd). In tale formato sono attualmente disponibili 80 percorsi di golf, tra i migliori al mondo, ma, essendo il software aggiornabile, nuovi campi e miglioramenti grafici e dei percorsi esistenti saranno inseriti con frequenza quindicinale. La nuova conformazione del sistema rende così la struttura di gioco una vera e propria piattaforma multifunzionale: una sorta di simulatore-home cinema. Un’altra novità, infine, è rappresentata dalla possibilità di mimetizzare il sistema quando non è utilizzato: una volta terminato il suo impiego, esso, infatti, si ripiega su se stesso, lasciando alla vista solo il telo di proiezione, utilizzabile anche per proiezioni a grande schermo. La struttura può così essere installata, per esempio, all’interno di sale conferenze senza peraltro risultare intrusiva.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati