Job In Tourism > News > Professioni > Focus sul reparto piani

Focus sul reparto piani

Di Elena Gerasi, 11 luglio 2008

Un acceso dibattito ha animato le governanti e le cameriere che si sono recentemente riunite a Milano, presso l’hotel Andreola, per il primo di una serie di appuntamenti a loro dedicati da Aira, in collaborazione con Solidus, e inseriti all’interno del ciclo Incontri & formazione.
“Hotel: reparto piani, tanta fatica e poca riconoscenza”, questo il titolo dell’incontro che ha finalmente permesso di portare alla luce alcune perplessità, qualche malumore ma anche il grande entusiasmo di questo importantissimo gruppo di lavoratrici, troppo spesso facilmente messo in secondo piano rispetto ad altre professioni alberghiere più in vista, ma da cui dipende uno dei fondamentali elementi di qualità per qualsiasi hotel: l’igiene.
A presenziare, oltre a una folta rappresentanza di lavoratori e lavoratrici dell’hôtellerie lombarda, anche il presidente nazionale Aira, Luciano Manunta, il presidente Solidus, Franco Alzetta, e il delegato Ada Francesco Durante, che nel suo intervento ha sottolineato la necessità di puntare più che mai sulla valorizzazione della propria professionalità: «Occorre soprattutto non smettere mai di sforzarsi di imparare. Frequentare corsi e incontri di formazione, per esempio, può essere molto utile per migliorare le proprie competenze».
Dello stesso parere si è dimostrata anche Milena Zaretti, housekeeping manager del Crowne Plaza Milan Linate che nel suo intervento ha però anche sottolineato le difficoltà a cui le governanti vanno troppo spesso incontro: «In molti grandi alberghi, in particolare, non esiste un’organizzazione ai piani ideale. In questi casi è necessario ripianificare completamente il lavoro: un obiettivo che non riguarda però solo l’ottimizzazione dei tempi ma anche, per esempio, la scelta dei prodotti più appropriati. Inoltre, quando si lavora in una struttura grande come la mia, dove ci sono ben 436 camere, la vita della governante diventa davvero frenetica. E in più, con tanto personale e poco tempo, è difficile riuscire a motivare tutte le cameriere sotto la propria responsabilità a lavorare al meglio».
Ampi spazi, spesso diversi piani, rappresentano, infatti, l’ufficio delle governanti, che necessitano di un’altissima professionalità e di una forte sensibilità verso il personale per poter gestire al meglio anche solo una giornata di lavoro. «L’albergo è la mia seconda casa», ha proseguito Zaretti. «Perciò dev’essere un luogo ospitale non solo per i clienti, ma anche per chi, come me, ci lavora».
Irene Vigliaroni invece, prima governante del Carlton hotel Baglioni di Milano, ha ricordato l’importanza della cura per i dettagli. La sua struttura, infatti, un hotel di lusso con 96 camere nel cuore del capoluogo lombardo, impone a chi si occupa di gestire il lavoro ai piani di studiare persino le abitudini dei propri clienti, allo scopo di fornire loro un servizio d’eccellenza fatto anche delle più piccole attenzioni. «Per poter mantenere un livello di servizio elevato» ha svelato Vigliaroni, «bisogna sapere innanzitutto essere un leader, un trascinatore: saper sì controllare le proprie cameriere e segnalar loro puntualmente gli errori, ma senza essere arroganti. Soprattutto, poi, non bisogna dimenticare di gratificarle, di dir loro, in altre parole, quando hanno svolto un buon lavoro».
Il reparto housekeeping, insomma, è risultato essere un’area nevralgica dell’hotel, fatto di figure dalla spiccata personalità. «Una buona governante» ha infatti aggiunto ancora Zaretti, «deve possedere al contempo doti organizzative e flessibilità, ma anche capacità a relazionarsi, a operare in situazioni d’emergenza e a gestire le proprie mansioni e quelle di tutto il personale che a lei fa riferimento in totale autonomia».
Una serata interessante, dunque, che Aira ha organizzato per sottolineare l’importanza e la professionalità dello staff responsabile del servizio ai piani. «Con questo incontro», ha concluso Manunta, «è ufficialmente iniziata la collaborazione tra la nostra associazione e le governanti della Lombardia, alcune delle quali sono finalmente entrate a far parte della sezione regionale di Aira proprio poco tempo fa. La nostra idea, però, è quella di formare al nostro interno un gruppo di governanti abbastanza ampio da poter essere rappresentato, in un prossimo futuro, all’interno dell’Associazione italiana housekeeping (Aih) di Roma».

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati