Job In Tourism > News > News > Fiori: nuovi stili e tendenze

Fiori: nuovi stili e tendenze

Di Flavia Mangeli, 5 ottobre 2001

La cultura italiana si è identificata, nel corso delle epoche, anche per la sua storia artistica e architettonica ed ora stiamo vivendo in un periodo dove tutto è basato sull’immagine e nel quale le tecniche sono state rivoluzionate a seconda delle esigenze del momento. Questo mutamento non passa inosservato all’arte floreale; dove prima si seguivano stili ed epoche ora, sia per la ricerca innovativa sia per i cambiamenti di stile e architettura, si eseguono composizioni lineari, essenziali e minimaliste. I fiori, essendo un elemento naturale, sono collegati alla terra e alle sue stagioni; vorrei quindi parlarvi dei vari tipi di composizione da inserire negli ambienti seguendo le stagioni e i vari stili artistici, fino ad arrivare ai tempi nostri con inserimenti di materiali non floreali, ma egualmente naturali. Siamo abituati al verde, ai fiori, ma non sempre riusciamo a cogliere l’importanza del collocarli nei nostri ambienti per dare agli occhi e all’anima la gioia di una bella composizione. A volte ci troviamo in un ambiente dove “si sta bene”; questo dipende da tante piccole cose collocate armoniosamente tra di loro: la pianta in un punto, dei fiori in un altro, ma…non ci si rende conto del perché si stia bene proprio lì. I fiori e le piante hanno un grande potere: quello di creare armonia, specialmente se collocati con buon gusto, nella forma come nello stile. Per questa ragione, come del resto in tutte le attività, l’esperienza del bravo professionista è indispensabile. Ora che l’estate sta per finire, diventa importante portare nei nostri ambienti il sapore ed i colori del momento; ad esempio, attraverso una composizioni di fiori e frutta che vede l’uva accompagnarsi a fiori di gerbera, anturium e bacche varie, mantenendo dei colori caldi dalle tonalità del giallo a quelle arancio con foglie di aspidistra, aralia e altri verdi complementari; il tutto decorato con rami. Il risultato sarà una composizione che emana calore e luce per i suoi colori, ma anche freschezza per la tipologia degli elementi, dando in più un tocco speciale grazie all’inserimento dell’uva e dei rami.

Flavia Mangeli, residente a Brescia. Vicepresidente della dinamica associazione fiorai di Brescia, per la quale partecipa a concorsi nazionali ed internazionali Ha iniziato l’attività nel 1977 diventando nel 1983 titolare del negozio di famiglia. Dal 1983 ad oggi ha frequentato numerosi corsi e seminari di aggiornamento in Italia e all’estero e si è specializzata con corsi di psicologia dell’arte e corsi di pittura rapportati al verde.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati