Job In Tourism > News > Eventi > È in corso una vera rivoluzione formativa

È in corso una vera rivoluzione formativa

Il prossimo 1° febbraio al Milan Marriott ci sarà anche la 24Ore Business School. I suoi corsi vantano ben 25 mila presenze annue, tra giovani neolaureati, manager e professionisti

Il prossimo 1° febbraio al Milan Marriott ci sarà anche la 24Ore Business School. I suoi corsi vantano ben

Di Marco Beaqua, 31 Gennaio 2019

Le classiche competenze manageriali trasversali oggi non bastano più. Soprattutto quando si tratta di gestire aziende alberghiere ben strutturate, dove si fanno sempre più strada ruoli ormai fondamentali per assicurare performance di successo a qualsiasi organizzazione d’impresa. «Mi riferisco a profili di responsabilità in ambito di business development e di operational finance, ma anche nel contesto delle risorse umane, con particolare riguardo alla divisione dedicata alla formazione del personale», spiega Carmine Ponticorvo, docente della 24Ore Business School: una delle tante realtà che potremo incontrare al Tfp Summit, in programma il prossimo 1° di febbraio presso il Milan Marriott. Come la maggior parte degli insegnanti di un istituto attivo ormai da oltre 25 anni nel mercato dell’education, anche il general manager dei meneghini Straf Hotel&Bar e Grand Hotel Et De Milan vanta una chiara estrazione aziendale. Un approccio, quest’ultimo, che garantisce alla 24Ore Business School ben 25 mila presenze annue ai suoi corsi, tra giovani neolaureati, manager, professionisti e partecipanti agli eventi. Ma soprattutto un totale di 2 mila studenti inseriti ogni 12 mesi nel mondo del lavoro, con tassi di conferma superiori al 95%.

«Per i nuovi ruoli», riprende Ponticorvo, «il tradizionale affiancamento on-the-job non è infatti sufficiente. Occorre necessariamente affrontare un percorso provvisto di strumenti didattici specifici. Una vera rivoluzione formativa, che permetterà tra l’altro ai professionisti del comparto di beneficiare di inedite opportunità di carriera orizzontali. Per chi effettuerà per esempio percorsi simili al mio, non sarà più considerato inusuale passare, dopo qualche anno, dalla direzione operativa alla carica di chief financial officer».

In poche parole, la preparazione didattica e accademica è diventata ormai una risorsa essenziale per qualunque professionista che intenda ricoprire cariche manageriali. «Un assioma valido non più solo per i gruppi e le catene alberghiere, ma anche per gli hotel indipendenti», ricorda sempre Ponticorvo. «L’attuale complessità del mercato, legata anche a forme di aggregazione e gestione più evolute, nonché la maggiore competitività del contesto di business, stimolata dai più avanzati strumenti di benchmarking, richiedono una formazione molto più elevata in confronto a quanto avveniva nel passato. Alcune volte persino superiore a quella necessaria in altri settori, fino a ieri considerati avere un approccio più manageriale rispetto all’industria dell’accoglienza».

Ma non finisce qui: «Perché la preparazione didattica», conclude Ponticorvo, «molte volte facilita pure l’accesso a programmi di formazione interna, come i progetti di talent management o di “career fast-track”. Tutti percorsi che permettono di integrare le nozioni acquisite con essenziali conoscenze operative da apprendere sul campo».

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati