Job In Tourism > News > Eventi > E’ già iniziato il countdown

E’ già iniziato il countdown

Di Massimiliano Sarti, 1 febbraio 2008

Prosegue la marcia di avvicinamento all’evento human resources dell’anno targato Job in Tourism. Manca, infatti, ormai solo una ventina di giorni al Tfp Summit 2008: un contenitore ricco di iniziative e incontri formativi dedicati all’universo delle risorse umane dell’industria turistica. Non solo: durante la manifestazione del Palazzo ai Giureconsulti di Milano, numerose saranno le opportunità di recruiting. Molte aziende espositrici hanno deciso, infatti, di partecipare al summit per cercare di soddisfare le proprie esigenze di personale, in un contesto in cui folta sarà la presenza di professionisti del settore.
Ma come procedono i lavori di preparazione all’evento? Qual è il punto della situazione? E cosa dobbiamo attenderci dal Tfp Summit? A rispondere a questi e ad altri quesiti è l’editore di Job in Tourism, Antonio Caneva: «Siamo decisamente soddisfatti del lavoro svolto fino a ora. In particolare, siamo molto contenti delle motivazioni alla base della scelta delle numerose aziende che hanno aderito al nostro evento. La maggior parte delle società espositrici considerano, infatti, il Tfp Summit non solo un’importante occasione per il recruiting, ma anche un canale privilegiato di comunicazione verso l’esterno delle proprie strategie di gestione del personale: la risorsa fondamentale per il successo di qualsiasi impresa».
Molti sono i nomi di prestigio dell’hôtellerie italiana e internazionale che hanno perciò deciso di aderire all’evento, così come non mancano le aziende del tour operating e del business travel, nonché le società di head hunting e di ricerca di personale. Un panorama particolarmente vario, di cui stiamo scoprendo i particolari grazie alla serie di interviste che da qualche tempo appaiono sulle pagine di Job in Tourism e che non mancano neppure su questo numero del nostro giornale. «Il calendario degli eventi, inoltre, è fitto e di sicuro interesse», prosegue Caneva. «Gli argomenti spazieranno dalle testimonianze delle aziende espositrici alle relazioni sui trend più recenti nel campo delle strategie di gestione delle risorse umane, dalle novità nel settore delle politiche retributive alle migliori soluzioni per un’efficace comunicazione interna. Abbiamo soprattutto cercato di presentare una serie di contributi esclusivi, con un panel di relatori e di argomenti completamenti nuovi per il settore dell’industria dei viaggi. Mi riferisco, per esempio, all’intervento di Cinzia Felicetti, giornalista e autrice del best seller pubblicato da Sperling & Kupfer, L’abito fa il manager: un vero e proprio vademecum per identificare il guardaroba migliore per ogni occasione; quello, insomma, in grado di trasmettere al pubblico la necessaria autorevolezza, al contempo veicolando messaggi di autostima, affidabilità e creatività. Ma anche allo speech di Laura Vernizzi, vicecampionessa olimpionica di ginnastica ritmica ad Atene 2004, il cui contributo cercherà di gettare un ponte tra sport e azienda: due universi che spesso condividono molti valori e principi, in particolare quelli legati al raggiungimento degli obiettivi e alla gestione dello stress».
Da non dimenticare, poi, il forum di apertura, rivolto soprattutto ai general manager degli hotel e ai direttori delle risorse umane. Unico evento a pagamento di tutto il Tfp Summit, rappresenta un momento di studio, approfondimento e aggiornamento. Tra le materie trattate, il balanced scoreboard quale strumento utile a porre le risorse umane al centro delle aziende, le dinamiche di motivazione del personale e le più recenti tecniche di selezione. «Anche in questo caso», specifica Caneva, «sono numerosi i nomi di spicco ospitati all’interno del format d’apertura della due giorni. Ci saranno, per fare solo pochi esempi, Gilberto Marchi, presidente dell’Associazione italiana delle società di ricerca e selezione (Assores), Mario D’Ambrosio, presidente dell’Associazione italiana per la direzione del personale (Aidp) e Giovanni Lanza, responsabile della selezione di Mediaset».
Da ricordare, infine, anche la tavola rotonda dedicata alle università: un momento in cui i migliori allievi di alcune tra le più prestigiose facoltà di ambito turistico si confronteranno con manager di spicco del comparto dell’industria dei viaggi. «A questo proposito», conclude Caneva, «vorrei segnalare che la tavola rotonda sarà integralmente trasmessa on-line sul nostro sito tfpsummit.it. Perché crediamo che la valorizzazione delle risorse umane debba necessariamente passare anche attraverso lo sviluppo delle tecnologie più innovative. Fondamentale è, infine, la presenza alla due giorni delle varie associazioni professionali, il cui supporto, sia in termini di promozione sia di contenuti, contribuisce a rendere il Tfp Summit la manifestazione di professionisti per la professione del turismo».

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati