Job In Tourism > News > News > Dove vanno gli italiani a Natale

Dove vanno gli italiani a Natale

Di Mati Pignatelli, 5 dicembre 2008

Il fascino del viaggio rimane sempre in cima ai desideri degli italiani anche se oggi, a causa del peggioramento della situazione economica generale, i turisti, sempre più informati, sono maggiormente attenti alla spesa.
È, insomma, uno scenario in evoluzione, nel quale cambia soprattutto il modo di viaggiare, quello tracciato dalle prime stime dell’osservatorio Astoi relative alle prenotazioni per le vacanze invernali. I dati approfondiscono peraltro la frattura, già evidenziatasi nel periodo estivo, tra due differenti gruppi di italiani che acquistano pacchetti di viaggio: un’élite piuttosto ristretta, che sembra non risentire della crisi, e una fascia media ma numericamente predominante, che fatica invece a ritagliarsi il proprio break vacanziero.
«Nonostante il periodo delicato, resta però forte il valore che il viaggiatore italiano attribuisce alla vacanza, intesa per lo più come relax ed evasione dalla routine quotidiana», spiega il presidente di Astoi, Roberto Corbella. «Non si spegne, in altre parole, la voglia di vacanza delle persone, ma muta il modo di viaggiare, caratterizzato da una maggiore attenzione alla spesa e al rapporto qualità-prezzo nonché, occorre ammetterlo, da una generale contrazione della spesa. La vacanza come toccasana e ricarica personale contro gli stress del quotidiano continua tuttavia a far sognare, mantenendo alto il suo appeal».
Scorporando poi i dati dell’osservatorio Astoi, fra le mete di lungo raggio più richieste per le vacanze invernali spicca, in particolare, il successo degli Stati Uniti. In calo, invece, i viaggi verso le isole dell’Oceano Indiano mentre torna al top, fra le destinazioni preferite dai vacanzieri italiani, la Repubblica Dominicana. Incoraggianti anche i trend delle prenotazioni verso Messico e Caraibi minori (Antigua, Barbuda, Guadalupa, Martinica, Saint Vincent e Grenadine). Bene, poi, il booking verso l’area dell’Estremo Oriente, dove è soprattutto la Tailandia a tornare in auge fra le mete balneari per una vacanza ai tropici. Grande appeal continua, infine, a esercitare l’area del golfo mediorientale, con Dubai in testa, che resta però una meta desiderata soprattutto da target di clientela con un’alta capacità di spesa. Bene inoltre il comparto crociere che, grazie all’ampia varietà di offerta ben abbinata a un’elevata aggressività dei prezzi, attrae una fascia di viaggiatori vasta e differenziata.
Nel breve-medio raggio tiene l’Egitto, ma soprattutto si consolida la tendenza degli italiani a rompere con la routine quotidiana grazie a vacanze brevi e pause relax nei weekend o nei ponti festivi: gli short break si confermano, infatti, la modalità preferita per una vacanza in montagna o per visitare una capitale europea, dove a farla da padrone, per ora, sono le città della Spagna, della Francia, dell’Inghilterra e degli altri stati dell’Europa del Nord.
Venendo infine all’Italia, c’è grande attesa per le vacanze neve che, clima permettendo, si spera non deludano le aspettative sia degli amanti dello sci e dell’alta quota, sia degli operatori. «I primi segnali positivi a tale riguardo stanno giungendo proprio in questi giorni», conclude Corbella. «Le prenotazioni, per la verità, sono numerose ma un po’ in ritardo rispetto all’anno passato. C’è anche da dire, però, che le mete italiane sono state poco agevolate dalla situazione climatica. Prima di poter formulare delle conclusioni, occorrerà tuttavia attendere di vedere cosa accade nelle prossime settimane».

Previsioni Astoi

Destinazioni top vacanze invernali 2008-09

BREVE-MEDIO RAGGIO:

EGITTO
AREA DEL GOLFO MEDIORENTALE – DUBAI IN TESTA
CAPITALI EUROPEE
(Francia, Spagna, Inghilterra, Europa del Nord)
ITALIA MONTI

LUNGO RAGGIO:

REPUBBLICA DOMINICANA
USA
MESSICO E CARAIBI MINORI (Antigua, Barbuda, Guadalupa, Martinica, Saint Vincent e Grenadine)
AREA INDONESIANA E ESTREMO ORIENTE
(Tailandia in testa)
***

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati