Job In Tourism > News > News > Dallo shopping al look di tendenza

Dallo shopping al look di tendenza

Di Anna Romano, 23 luglio 2004

“Parigi mi ha cambiato la vita. Ho iniziato lì a lavorare nel mondo della moda e del glamour. Una nota società produttrice di abbigliamento intimo mi offrì un lavoro come amministratrice, per loro curai anche l’apertura di due boutique e di un corner shop al Four Seasons. E proprio a Parigi, ai magazzini Bon Marché, dove vendono i marchi di lusso italiani, ho scoperto la figura del consulente d’immagine, o personal shopper, come ora viene chiamato. Una professione in cui ho subito creduto perché mi corrisponde e che ora vorrei svolgere qui a Milano”.
Insieme ai due figli, Tiziana Bellotti ha seguito per anni il marito, un funzionario statale che lavora per le istituzioni europee, nei suoi diversi spostamenti all’estero. Con una passione per l’arte e il design, prima di trovare la propria vocazione nel campo della moda ha lavorato come insegnante e come esperta di pubbliche relazioni. Ora ha deciso di proporsi nell’innovativo ruolo della personal shopper in ambito alberghiero, una figura ancora poco conosciuta in Italia, anche se all’Excelsior Gallia di Milano ne esiste un certo numero già da qualche tempo.
“Da tre anni, da quando siamo tornati a Milano, dirigo una boutique di nome, un marchio classico ed elegante. Ne curo l’immagine, il restyling, e con il merchandising cerco di trasmettere un messaggio più attuale. Quest’esperienza mi ha fatto capire che ho maturato una buona conoscenza della clientela e delle più diverse esigenze. Le clienti mi chiedono consiglio un po’ su tutto, e a me piace moltissimo riuscire a esaudire le loro richieste, a guidarle non solo agli acquisti ma addirittura a un relook totale. Conosco un po’ tutte le cose che fanno tendenza”, spiega con entusiasmo Tiziana. “Gli indirizzi giusti, quelli più noti e quelli più segreti, non soltanto nella moda ma anche nell’estetica, nel design, nell’arredamento. E i locali trendy, i ristoranti… Insomma, il ruolo di consulente decisamente mi si addice. Penso che per un hotel di lusso fornire questo servizio potrebbe rappresentare un plus interessante. Quante signore arrivano dagli Usa o dai Paesi arabi e chiedono un aiuto per rinnovare il guardaroba? Quanti top manager all’ultimo momento cercano un regalo per la moglie e non sanno dove trovarlo o cosa scegliere? Un personal shopper è in grado di risolvere il problema”.
Tiziana ha i numeri per lanciarsi in quest’avventura: è elegante, parla francese e inglese, ispira fiducia, sa comunicare. Ed è probabile che si affermi anche da noi questa nuova figura professionale. Non è solo Parigi a anticipare il trend. Anche a Londra esistono già personal shopper in grado di guidare gli ospiti dei migliori hotel a far shopping da Harrod’s. Milano, capitale della moda e del design, potrebbe essere da meno?

tiziana_IT@libero.it
tel. 333 9288049

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati