Job In Tourism > News > Hospitality > Ctrip è la prima Ota a diventare catena alberghiera

Ctrip è la prima Ota a diventare catena alberghiera

Di Job in Tourism, 8 novembre 2018

La più importante agenzia di viaggi online cinese si appresta a lanciare una propria catena alberghiera. Lo rivela il magazine tedesco hospitalityinside.com, citando varie fonti di stampa dell’ex Celeste impero.

Le notizie, al momento, sono piuttosto confuse, visto che esistono pure dubbi sui nomi dei brand in arrivo. In linea generale, comunque, i marchi dovrebbero essere tre, tutti di alto livello e di cui il primo, dedicato al segmento luxury, si dovrebbe chiamare Rezen o Licheng Hotels. A oggi Ctrip avrebbe già affiliato tre alberghi alla nuova catena, mentre altri 15 sarebbero in pipeline a vari livelli di sviluppo e ulteriori 50 in fase di negoziazione.

La Ota cinese avrebbe anche siglato un accordo di partnership strategico con la società di Shanghai, Jinmao Hotel Management. Le due realtà sarebbero intenzionate a collaborare nelle attività di hotel branding e big data. L’idea è quella di aprire più di 30 strutture co-branded nei prossimi tre anni. L’iniziativa di Ctrip lascia aperte almeno due questioni: da una parte, dopo il fallimento del marketplace griffato AccorHotels, sarà interessante capire se una Ota farà meno fatica a diventare una catena alberghiera, di quanto invece queste ultime hanno dimostrato di fare nel tentativo di trasformarsi in agenzie di viaggio oline; da un altro canto, bisognerà anche capire quali saranno le reazioni di Meliá e della stessa Accor, che a suo tempo avevano siglato una partnership con Ctrip per svilupparsi in Cina e che ora si trovano un diretto competitor in casa…

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati