Job In Tourism > News > News > Creare professionalità per crescere

Creare professionalità per crescere

Di Marco Beaqua, 7 maggio 2010

Legame con il territorio, cura delle risorse umane e attenzione ai clienti. Una triplice missione è alla base delle strategie di lungo periodo del gruppo Vestas hotels & resorts. Profondamente radicato nel territorio salentino, l’hotel management company gestisce, in particolare, tre strutture di Lecce appartenenti a tre differenti segmenti (lusso, 4 e 3 stelle). «E salentino è anche quasi tutto il nostro personale», racconta il general manager Giuseppe Mariano che, dopo una carriera trascorsa in grandi gruppi internazionali come Hilton, InterContinental e Ciga hotels, ha accettato con entusiasmo di partecipare a quella che lui stesso considera una vera e propria sfida: rilanciare il turismo in un territorio dalle grandi potenzialità, creando le basi per una crescita dell’industria dell’ospitalità sostenibile nel tempo e capace di valorizzare le risorse umane e professionali del territorio.
«È la stessa proprietà a credere fortemente nella necessità di coinvolgere personale salentino nella gestione degli hotel», riprende ancora Mariano. «Tant’è vero che siamo attivamente coinvolti, in qualità di sponsor e in collaborazione con le istituzioni locali e regionali, nella realizzazione dei percorsi formativi organizzati dalla società di consulenza e formazione risorse umane FormApulia, che spesso sfociano in stage presso le nostre strutture, nonché in importanti esperienze lavorative all’estero».
L’idea è quella di creare una vera e propria base di professionisti qualificati e di respiro internazionale, su cui poter costruire un’offerta locale d’eccellenza «e di cui poter beneficiare pure noi di Vestas», chiosa Mariano. «Anche perché uno dei piccoli segreti per battere la concorrenza dei grandi brand internazionali, per una catena di dimensioni medio-piccole come la nostra, è proprio quello di dare una forte identità territoriale alla propria proposta». In un mercato dove i valori esperienziali del viaggio stanno diventando sempre più importanti, dare l’opportunità agli ospiti di confrontarsi con personale del posto può, in effetti, trasformarsi in un vantaggio competitivo rilevante. «Ce se ne può accorgere anche solo osservando i commenti che i nostri clienti lasciano sui portali on-line di recensioni alberghiere come Tripadvisor: la presenza di personale del posto è spesso considerata tra gli aspetti più sorprendenti e positivi della nostra offerta. Tanto più che i salentini sono molto orgogliosi della propria terra e spesso generosi nel raccontarla e nel consigliare agli ospiti i prodotti e i luoghi migliori da provare e visitare».
Il modello Vestas è peraltro presto destinato a espandersi ulteriormente. «Nel prossimo futuro abbiamo intenzione di trovare una masseria salentina con beauty farm da aggiungere al nostro portafoglio, per ampliare ulteriormente lo spettro della nostra offerta», racconta, infatti, Mariano. «E poi, chissà, pensiamo anche a espanderci oltre i confini del Salento e della Puglia». Per il resto, le strategie Vestas sono basate su punti ben precisi, volti al miglioramento delle performance e al «raggiungimento di risultati ottimali in bottom line, come direbbero gli anglosassoni. Uno degli obiettivi è così quello di rafforzare il nostro segmento mice, che ha ancora molte potenzialità da sviluppare. Per quanto riguarda gli incentive, in particolare, stiamo pensando di stringere rapporti di collaborazione con alcune realtà locali come, per esempio, il vicino circuito Nardò technical center, dove molte case automobilistiche provano i propri prototipi più prestigiosi».
Anche la scelta dell’affiliazione Worldhotels, infine, è il frutto di una strategia studiata a lungo. «In una destinazione secondaria come la nostra», conclude Mariano, «la presenza di turisti internazionali è ancora ridotta, mentre, per quanto riguarda l’Italia, la maggior parte degli arrivi nazionali proviene dalla stessa Puglia o da regioni vicine come la Campania e il Lazio. Certo, tra i nostri obiettivi c’è sicuramente quello di avvicinare maggiormente il mercato del Regno Unito e, nei prossimi anni, anche quello degli Stati Uniti, ma per ora la nostra priorità è soprattutto quella di far conoscere meglio la destinazione Salento ai viaggiatori del Nord Italia. Affiliazioni molto costose, come quelle ai brand internazionali più conosciuti oltreoceano, non sono perciò necessarie. Worldhotels è la dimensione perfetta per noi. Ci garantisce, infatti, il necessario codice gds ed efficienti attività di commercializzazione internazionale a tariffe adeguate alle nostre aspettative».

Chi è Giuseppe Mariano

Nato nel 1955, dopo alcune esperienze giovanili in Germania all’InterContinental hotel di Hannover, in Svizzera, al Suvretta house di St.Moritz, e in Gran Bretagna al Dorchester London, nonché in Italia nelle strutture Ciga (hotel Excelsior di Venezia e hotel des Iles Borromees di Stresa) e con HiIton International a Milano, assume il ruolo di banqueting & convention manager al Cavalieri Hilton di Roma e poi quello di direttore sales & marketing dell’hotel Majestic di Roma. General Manager del Grand Hotel Villa Fiorio di Grottaferrata e dell’hotel Cinquantatré di Roma, dal 2007 diventa general manager di Vestas hotels and resorts.

Identikit della proprietà

Attivo fin dagli anni 50 nel settore dell’edilizia residenziale, il gruppo Montinari, proprietario di Vestas hotels & resorts, è oggi uno dei primi operatori a livello italiano ed europeo nell’ambito delle forniture meccaniche di componenti per macchine movimento terra. La sua entrata nel mondo del turismo data 1973, quando inaugura a Lecce l’hotel President, struttura con ampie sale congressuali, un ristorante e 150 camere, pensato appositamente per la clientela business. La presenza nel settore ricettivo viene poi consolidata nel 2002 con l’acquisizione di una seconda struttura, ubicata questa volta nel centro storico della città salentina e orientata alla clientela turistica più esigente: il Risorgimento resort, di categoria 5 stelle lusso, con 41 camere e 6 suite, nonché spa, fitness center, american bar, ristorante gourmet, bistrot, roof garden restaurant e sala eventi. Il 3 stelle Eos hotel (30 camere e un wine lounge bar) viene, infine, aperto nel maggio del 2008.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati