Job In Tourism > News > Professioni > Conferma al vertice di Euro-Toques Italia

Conferma al vertice di Euro-Toques Italia

Enrico Derflingher rimane presidente nel segno del «rispetto dei valori che i nostri padri fondatori, tra cui ricordo Gualtiero Marchesi e Paul Bocuse, ci hanno lasciato in eredità»

Enrico Derflingher rimane presidente nel segno del «rispetto dei valori che i nostri padri fondatori, tra cu

Di Job in Tourism, 16 luglio 2018

Lo chef lombardo, originario di Lecco, è stato ancora una volta riconfermato alla guida della divisione tricolore dell’associazione di cuochi europei. Enrico Derflingher bissa così i propri incarichi direttivi, dopo che a giugno dello scorso anno era stato già rieletto alla presidenza di Euro-Toques International, durante la convention internazionale svoltasi al CastaDiva Resort di Blevio, sul Lago di Como. Il rinnovo della nomina tricolore è invece giunto nella bergamasca, presso il centro di ricerca e formazione Saps Agnelli Cooking Lab di Lallio, dove si è tenuta l’assemblea generale del sodalizio italiano, che conta oggi un totale di oltre 200 associati.
«Sono molto contento di poter continuare a guidare una realtà che in questi anni è uscita da un periodo di difficoltà, tornando a crescere e diventando sempre più numerosa e impegnata in eventi in tutta Italia e non solo», ha quindi dichiarato Derflingher. «Continuerò, come già ho fatto durante il mio scorso mandato, a portare avanti iniziative non solo a livello nazionale ma anche europeo, coinvolgendo tutti gli associati in eventi sia di solidarietà, sia di alta cucina, sempre nel rispetto dei valori che i nostri padri fondatori, tra cui ricordo Gualtiero Marchesi e Paul Bocuse, ci hanno lasciato in eredità».
Insieme all’elezione del presidente, centrale è stata poi la questione del direttivo dell’associazione, che ha visto alcune modifiche: ora il vicepresidente è Maurizio Urso del ristorante Edoardo – Hotel Parco delle Fontane di Siracusa. Segretario generale è invece Filippo Sinisgalli del Palato Italiano di Bolzano, mentre i consiglieri sono Gianni Tarabini, dello stellato Michelin La Preséf, in Valtellina, e Fabio Silva, del Derby Grill dell’Hotel De La Ville di Monza.

Una breve biografia
Nato a Lecco nel 1962, Enrico Derflingher è uno dei più grandi chef italiani al mondo. Diplomatosi nel 1977 presso l’istituto alberghiero di Bellagio, Derflingher compie un preziosissimo percorso di formazione nei grandi alberghi e nei ristoranti stellati di tutto il mondo, prima di diventare, a soli 27 anni, chef personale della Casa reale inglese. Nel 1991 è poi chef alla Casa bianca. Successivamente apre la Terrazza dell’Eden di Roma, dove rimane nove anni, conquistando anche le stelle Michelin, per poi passare al Palace Hotel di St. Moritz. In otto anni in Giappone apre e gestisce quindi oltre 30 ristoranti italiani, tra cui l’Armani Ginza Tower di Tokyo. Nel 2014 viene nominato dal Presidente Napolitano commendatore della Repubblica e ambasciatore della cucina italiana. Dal 2017 è consulente del CastaDiva di Blevio e gestisce a Taiwan il ristorante Il Mercato.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati