Job In Tourism > News > Risorse umane > Chi si dà troppe arie rischia la carriera

Chi si dà troppe arie rischia la carriera

Di Job in Tourism, 1 giugno 2012

Occorre essere sempre consci delle proprie debolezze e dei propri punti di forza. È questa la morale di una duplice ricerca condotta recentemente dalla società di consulenza americana Pdi Ninth House e dall’università del Minnesota. Uno degli studi, in particolare, avrebbe evidenziato come il personale, che considera le proprie competenze in modo eccessivamente superiore alle valutazioni espresse dai propri manager, sia sei volte più a rischio di un deragliamento professionale rispetto ai colleghi dalle posizioni più realistiche. Il motivo, spiega la seconda ricerca, sta nel fatto che molti manager reputano gli atteggiamenti delle persone piene di sé il sintomo di una certa mancanza di autoconsapevolezza e tatto: due lacune che possono danneggiare pesantemente le relazioni sul lavoro. «Alcuni lavoratori oggi fanno fatica a distinguersi dai propri colleghi e si preoccupano molto dei giudizi da parte dei loro manager», racconta il docente dell’università del Minnesota, Lou Quast. «In alcuni casi questa ricerca esasperata del riconoscimento altrui può sia provocare un’incapacità diffusa a imparare dai propri errori, sia portare alla creazione di un’atmosfera tanto competitiva da rovinare in maniera irreparabile le relazioni con colleghi e superiori».

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati