Job In Tourism > News > Risorse umane > Aumenta il tetto voucher per gli alberghi

Aumenta il tetto voucher per gli alberghi

Di Job in Tourism, 27 novembre 2018

Una nuova circolare dell’Inps ha alzato il valore massimo dei voucher erogabili in un anno dalle imprese dell’ospitalità. La soglia è stata infatti spostata da 5 mila a 6.666 euro netti, in deroga a quanto stabilito dalla norma recentemente reintrodotta a seguito dell’approvazione del cosiddetto decreto Dignità. Secondo quanto recita il documento dell’ente previdenziale, i compensi erogati ai prestatori di lavoro occasionale nel turismo sono infatti computabili al 75% del loro importo.

Le aziende interessate, rivela un articolo del Sole 24 Ore, rimangono tuttavia solo quelle che non occupano più di otto dipendenti a tempo indeterminato, e che sono classificate dal Registro delle imprese come alberghi, villaggi turistici, ostelli della gioventù, rifugi di montagna, colonie marine e montane, affittacamere per brevi soggiorni, case e appartamenti per vacanze, bed and breakfast e residence, nonché aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte. Resta valido inoltre il divieto di ricorrere ai voucher per la remunerazione di lavoratori che abbiano avuto un rapporto di lavoro subordinato, oppure di collaborazione coordinata e continuativa, con la medesima impresa nei sei mesi precedenti al nuovo incarico.

Il contratto di prestazione occasionale può infine essere applicato esclusivamente nei confronti dei titolari di pensione di vecchiaia o di invalidità, dei giovani con meno di 25 anni di età regolarmente iscritti a un ciclo di studi, nonché delle persone disoccupate o percettori di prestazioni integrative del salario, o altre prestazioni di sostegno al reddito.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati