Job In Tourism > News > Tecnologie > Alla base di tutto c’è l’automazione

Alla base di tutto c’è l’automazione

L'ultimo appuntamento con l'academy MailUp - Job in Tourism svela i workflow fondamentali per inviare email ed sms puntuali, immediati e personalizzati

L'ultimo appuntamento con l'academy MailUp - Job in Tourism svela i workflow fondamentali per inviare email e

Di Andrea Serventi, 11 gennaio 2018

Alla base di tutto c’è l’automazione: l’unico strumento in grado di innescare processi di recapito email ed sms puntuali, immediati, personalizzati ed estremamente rilevanti per il destinatario. E ciò a pieno vantaggio dei tassi d’apertura e dei clic, e quindi delle conversioni. Ecco allora cosa può fare l’automation per il settore turistico, grazie ad alcune fondamentali tipologie di workflow.

Prima dell’arrivo dell’ospite nella struttura
Welcome series all’iscrizione: campagna che si attiva all’iscrizione alla newsletter o al sito; il miglior modo per dare il benvenuto a un nuovo utente.
Retargeting: campagna per incoraggiare gli utenti ad acquistare il servizio su cui si è soffermata la loro attenzione. Uno dei workflow più efficaci e dal maggior ritorno economico.

Durante il soggiorno
Welcome series all’arrivo nella struttura: campagna utile a dare il benvenuto in casa agli ospiti nella dimensione digitale. In questa email possono per esempio trovare posto i dettagli del soggiorno, numeri utili o i dati per accedere al wifi.
Upselling e cross-selling: nel periodo di soggiorno del cliente si possono proporre offerte aggiuntive e integrative a quella acquistata, così da fare leva sulla presenza del cliente e sulla sua effettiva esperienza del luogo.

Dopo il soggiorno
Feedback post-soggiorno: campagna che si attiva dopo il primo acquisto effettuato dai clienti, al fine di sondarne il livello di soddisfazione e proporre prodotti in up-selling e cross-selling.
Buon compleanno: un messaggio automatico inviato il giorno del compleanno dell’utente, contenente gli auguri e uno sconto omaggio, per stimolare l’engagement e incentivare un nuovo acquisto.
Best customer: campagna verso i migliori clienti (più frequenti e/o con alta capacità di spesa), per aumentarne la fedeltà e l’advocacy.
Riattivazione o winback: campagna verso clienti che non acquistano da un determinato periodo di tempo, con lo scopo di riattivarli e di far ripetere l’acquisto.
Geolocalizzata: campagna inviata in base alla localizzazione dell’utente, specialmente utile per inviti che si basano su soggiorni di breve periodo, in cui il fattore di prossimità è fondamentale.

Una volta capiti i processi e le potenzialità di queste nuove strategie olistiche in campo digitale, come si fa però a costruire dei workflow efficaci? Niente di più semplice: basta affidarsi a una piattaforma di email e sms automation, come la nostra di MailUp (provala gratis per 30 giorni – https://lp.mailup.com/it/prova-gratuita/?b=1&utm_source=jobintourism&utm_medium=post&utm_campaign=trial), che offre un sistema intuitivo drag & drop per creare un flusso di messaggi automatici.
Per chi invece volesse approfondire il tema, consigliamo l’ebook Teoria e pratica di Marketing Automation: https://lp.mailup.com/it/ebook-automation-2017/?b=1&utm_source=jobintourism&utm_medium=post&utm_campaign=ebook19

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati