Job In Tourism > News > News > Abu Dhabi non risente della crisi e continua a investire nel turismo

Abu Dhabi non risente della crisi e continua a investire nel turismo

Di Marco Bosco, 27 marzo 2009

Dopo avere recentemente inaugurato i propri uffici in Italia (a Roma e a Milano), l’Abu Dhabi tourism authority (Adta), l’ente di promozione turistica di Abu Dhabi, ha annunciato la propria intenzione di lanciare un nuovo programma denominato Partner in progress e rivolto agli stakeholder, con lo scopo di adottare una strategia unica e coordinata per la crescita del turismo nell’emirato. «Lo sviluppo della destinazione non può contare sulla sola autorità nazionale», ha spiegato il presidente di Adta, Sheikh Sultan bin Tahnoon Al Nahyan. «Grazie al nuovo programma intendiamo perciò condividere i nostri piani con i partner, cercando i loro consigli, incoraggiando i loro piani, sostenendo le loro attività e al contempo richiedendo il loro supporto per le nostre iniziative».
L’industria turistica di Abu Dhabi continua, in effetti, a registrare risultati positivi: lo scorso anno, per esempio, gli arrivi internazionali sono aumentati del 4% rispetto al 2007. «La crescita è stata però limitata dall’attuale offerta di camere d’albergo, che è pari a 13 mila unità», ha proseguito Sheikh Sultan. «Tuttavia nel prossimo futuro contiamo di aprire oltre 3 mila nuove camere, anche in previsione del gran numero di turisti che dovrebbero giungere a inizio novembre, in concomitanza con l’inaugurazione del nuovo circuito per il primo Gran premio di Formula 1 della nostra storia». Tra gli obiettivi di Abta c’è anche l’apertura della propria offerta verso nuovi mercati, come la Cina, la Russia e l’Australia, nonché la definizione di programmi di promozione e marketing specifici rivolti alle diverse categorie di viaggiatori e, in particolare, alle famiglie. «Continueremo, infine», ha concluso Sheikh Sultan, «ad adottare politiche aggressive nel comparto del business travel, arricchendo tra l’altro il nostro portafoglio di world class event. Un progetto di largo respiro, insomma, che per essere messo in pratica avrà bisogno del supporto di ingenti investimenti a capitale pubblico e privato».

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati