Job In Tourism > News > News > 2020: viaggio nel turismo del futuro

2020: viaggio nel turismo del futuro

Di Job in Tourism, 11 maggio 2007

Pubblichiamo qui di seguito un breve estratto dal rapporto Future traveller tribes 2020, prodotto da Amadeus e Henley centre headlight vision. Capire in anticipo i futuri trend del mondo del turismo può rappresentare una chiave preziosa che aiuta i professionisti del settore a cogliere le migliori opportunità di lavoro, e gli imprenditori a orientare la scelta degli investimenti.

www.amadeus.com/airlines
www.hchlv.com
Amadeus e Henley centre headlight vision hanno prodotto il rapporto Future traveller tribes 2020 per stimolare la discussione su come la tecnologia possa essere sfruttata per garantire ai viaggiatori del futuro un servizio sempre migliore.
Sono state identificate quattro tribù di futuri viaggiatori e le relative innovazioni tecnologiche. Uno degli sviluppi più interessanti è la «umanizzazione della tecnologia», una tendenza favorita dall’esplosione dei sistemi It e di altre tecnologie di comunicazione per permettere la fornitura di viaggi altamente personalizzati, semplici e flessibili. I risultati del rapporto sono stati raccolti attraverso un processo di ricerca, laboratori, colloqui con esperti di Amadeus e dei settori viaggi e tecnologia.
Come saranno i viaggiatori di domani? Come muteranno le loro esigenze? Cosa dovranno fare i fornitori di servizi di viaggio per fidelizzarli? In che modo la tecnologia può migliorare l’esperienza di viaggio?
L’intenzione di Future traveller tribes 2020 è di favorire un dialogo sulle esigenze future dei clienti all’interno del settore viaggi. Un dato è certo: la richiesta di servizi di viaggio continuerà ad aumentare in un mondo caratterizzato da condizioni geopolitiche e sociali in grande mutamento.
È chiaro che la tecnologia svolgerà un importantissimo ruolo di mediazione tra fornitori di servizi di viaggio e consumatori. L’esigenza di umanizzare le tecnologie di viaggio è uno dei temi fondamentali che emergono dal rapporto; il fine è aiutare gli utenti durante il viaggio, così da permettere un alto grado di personalizzazione e un’assistenza clienti eccezionale.
Future traveller tribes 2020 è un mezzo per comprendere meglio le complesse sfide che attendono il settore dei viaggi, viste attraverso gli occhi di chi fruisce e fruirà di questi servizi. Persone che, sia che viaggino per motivi di lavoro, sia per riabbracciare i familiari o anche solo per fare la più bella vacanza della propria vita, desiderano essere sempre prese in considerazione individualmente e non come parte di un gruppo indistinto.
Lo sviluppo e l’utilizzo della tecnologia saranno elementi vitali e la graduale umanizzazione della tecnologia servirà ad agevolare un’interazione più intuitiva col cliente e a fornire un’esperienza di viaggio superiore.

Le quattro tribù

Le quattro tribù presentate in questo rapporto non costituiscono una segmentazione esaustiva dei viaggiatori del futuro. Sono state selezionate perché tutte le tendenze sociali, economiche e demografiche indicano che in futuro le loro dimensioni saranno consistenti e perché presentano le sfide più interessanti per i fornitori di servizi di viaggio.
Nel 2020 i senior dinamici avranno un’età compresa tra i 50 e i 75 anni. Con l’invecchiamento della popolazione mondiale, un numero senza precedenti di loro si dedicherà ai viaggi. Grazie ai progressi della scienza e della medicina, questo gruppo sarà più sano e più attivo rispetto ai coetanei delle generazioni precedenti; inoltre, disponendo di un reddito superiore, molti si concederanno vacanze e brevi viaggi. Le esigenze fisiche e sanitarie di questo gruppo porranno senza dubbio una serie di sfide ai fornitori di servizi di viaggio.
I clan globali sono un riflesso della crescita dell’emigrazione mondiale e di conseguenza del maggior numero di persone e gruppi che intraprendono viaggi internazionali per riabbracciare amici e parenti, o per trascorrere le vacanze insieme a loro. Molti di loro saranno sensibili ad elementi come prenotazione e prezzo, ma dato che sempre più famiglie viaggeranno insieme, sarà sempre più importante essere in grado di soddisfare contemporaneamente le esigenze di tutti.
I pendolari cosmopoliti risiederanno e lavoreranno in regioni diverse, sfruttando la diminuzione dei costi di viaggio e le modalità di lavoro flessibile per migliorare la qualità della propria vita.
I pendolari, perennemente in lotta contro il tempo, cercheranno di sfruttare al massimo il viaggio, per questo motivo la comodità della prenotazione, la velocità del check-in e la sicurezza saranno in cima alla loro lista di priorità. Inoltre la possibilità di continuare a lavorare e di accedere alla tecnologia per tutta la durata del viaggio rappresenterà un’esigenza fondamentale, a cui i fornitori di servizi dovranno rispondere. Anche la coscienza ambientale avrà un suo peso, tanto che le aziende e le persone si sforzeranno di diventare carbon neutral.
I top manager rappresentano la più ricca delle quattro tribù di viaggiatori e comprendono dirigenti senior di aziende con interessi internazionali, che viaggiano nelle classi più costose e, sempre più spesso, a bordo di aero-taxi o jet privati. Le aspettative legate all’intera durata del viaggio saranno elevate, perché interessano persone abituate al lusso, che pretendono un servizio personalizzato che soddisfi e addirittura anticipi ogni loro richiesta. Un viaggio più rapido e procedure più snelle saranno di fondamentale importanza, così come la possibilità di lavorare e rilassarsi.

Comments are closed

  • Categorie

  • Tag

Articoli Correlati