Job In Tourism > Corsi di formazione > Direttori > Corso per SPA Manager – Direttori Centri Benessere in eLearning a soli 24,90 con attestato finale

Corso per SPA Manager – Direttori Centri Benessere in eLearning a soli 24,90 con attestato finale

Team Management
Regione: Italia
Località: Corso online
Corso per SPA Manager – Direttori Centri Benessere in eLearning a soli 24,90 con attestato finale
Corso online Italia
Data di inizio: 19/11/2018
Durata: 5 ore
Organizzato da: Team Management
Tipologia: Corso Online

24/90 €

Il corso

Il corso

Il corso si rivolge a quanti vogliono intraprendere una carriera dai precisi connotati manageriali. Si intende formare questa nuova figura manageriale che sappia gestire e promuovere centri benessere, beauty farm, SPA, centri termali e tutte quelle strutture legate alle nuove tendenze in atto nel mercato della salute e del wellness (benessere).
Gli studenti saranno formati su attivita’ comprendenti progettazione e direzione dell’offerta di benessere, il controllo di gestione, la promozione e la commercializzazione delle attivita’ wellness, la selezione e la gestione del personale ed il customer relationship management.

Programma del corso:

Mercato e Tendenze

Il mercato del benessere
Tendenze dei consumatori
Analisi della domanda interna (clientela Hotel)
Le potenzialita’ del mercato locale

Applicazione del Revenue Management per la SPA

Il Business Plan
Il Break Even Point e individuazione del CostPath
Il Revenue Management per le SPA
Il RevPath (Ricavo medio orario) come indicatore di redditivita’
Indicatori economici per una SPA (Key Performance Indicators)
SUR: SPA Utilization Ratio(Quoziente di utilizzazione della SPA)
ATR: The Average Treatment Rate (La tariffa media per trattamento effettuato)
SREVPOR: Spa Revenue per Occupied Hotel Room (Ricavo benessere per camera occupata)
REVPATH: Revenue Per Available Treatment Hour (Ricavo medio orario per trattamento disponibile)
Cosa determina il RevPath
Strategie tariffarie per l alta e la bassa stagione
La gestione manageriale di una SPA o Centro Benessere

Il Management per le SPA

La gestione del personale
Il marketing, la web comunication, il multi-channel web marketing.

Recensioni di chi ha seguito il corso di “SPA Manager – Direttori Centri Benessere”

DEBORA D.
MOLTO BEN STRUTTURATO
Il corso fornisce innumerevoli spunti a chi desidera intraprende l’ attivita’ di una SPA o a chi l’ ha gestita fino ad ora con poca consapevolezza. Gli argomenti trattati sono davvero interessanti. Il corso permette di avviare una fase di riflessione indispensabile alla pianificazione degli obiettivi che si intende raggiungere; ed offre inoltre metodologia, procedure e consigli preziosissimi alla direzione di una SPA. Trovo sia non del tutto esaustiva la parte relativa al controllo di gestione, per me un po’ ostica perche’ presuppone conoscenze tecniche che non possiedo in questo campo. Grazie!

GIUSEPPE T.
Utilissimo mezzo per la conoscenza e la competenza nel wellness

GIULIA P.
OTTIMO PERCORSO FORMATIVO
Soprattutto per chi e’ profano del mestiere (ma anche per chi gia’ ha un po’ di esperienza ma desidera integrare ed approfondire, e’ davvero un ottimo corso, che tocca tutti i punti necessari!

ALESSIO I.
INTERESSANTE E CONCRETO
Potrebbe essere molto utile a formulare un modello di budget.

Docente: Dott. Emanuele Addabbo

E’ consulente-formatore per le imprese del sistema turistico e del mondo del benessere, si occupa anche di coaching e sviluppo personale. Dottore Magistrale in Economia del Turismo, ha conseguito la Laurea Specialistica presso l’ Università degli Studi di Perugia – Facoltà di Economia. Svolge la sua attività con il marchio della Team Management, società di consulenza e formazione. Ha organizzato numerosi corsi di formazione su tutto il territorio nazionale, occupandosi prevalentemente della formazione di figure manageriali del sistema turistico. Ha lavorato alle dipendenze di multinazionali in diverse sedi, a Roma, Milano e Parigi, ricoprendo funzioni manageriali.

I vantaggi che i corsi in eLearning offrono sono numerosi:

ormai la formazione si fa sempre piu’ online, via web, comodamente seduti a casa o in ufficio davanti al PC o mentre si sta viaggiando su un qualsiasi mezzo di trasporto: metro, treno, bus, pullman, con cuffiette al seguito e tra una stazione e l’altra scorrono slide, contenuti, immagini della lezione. Il prezzo veramente vantaggioso, grazie all’abbattimento dei costi logistici, dei trasporti e di vitto e alloggio per chi arriva lontano dalla propria residenza.

Per acquistare il corso segui il link:

https://www.teammanagement.it/corsi/video-corso-e-learning-di-spa-manager-direttori-centri-benessere/

Inoltre ci sono ulteriori vantaggi, vediamo quali:

– le lezioni si possono vedere tutte le volte che si vuole.
– sono fruibili da qualsiasi dispositivo (PC, tablet, smartphone, smart TV).
– le lezioni sono registrate con protocolli standard SCORM.
– i docenti sono professionisti del settore.
– si possono scaricare dispense o eBook per seguire le lezioni.

Alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Segui la nostra playlist su Youtube:

Leggi l’articolo su Linkedin sulla gestione delle SPA e Centri Benessere dal titolo:

https://www.linkedin.com/pulse/ma-cosa-vendono-veramente-le-spa-e-i-centri-benessere-addabbo/?published=t

Ma cosa vendono veramente le SPA e i Centri Benessere?

Le SPA, diffuse su tutto il territorio nazionale, rimangono Croce e Delizia degli albergatori alle prese con un servizio molto richiesto, ma poco venduto. Le SPA hanno registrato nell’ultimo decennio un forte tasso di crescita sia per investimenti che per addetti, ma ciò che è mancato (… e ancora manca) è un modello di gestione, come il Revenue Management, che tenga conto di alcuni principi nel mondo dei servizi per l’ospitalità, si pensi al sistema dei trasporti aerei o a quelli della ricettività.

Alcuni dati:

– 6 su 10 perdono nella gestione ma guadagnano vendendo camere a prezzi maggiorati perché comprendono l’accesso gratuito alla Spa;
– 8 su 10 stanno risparmiando su biancheria ed energia e fanno funzionare la Spa a singhiozzo;
– 2,7 su 10 perdono clienti e smettono di operare nel giro di 18 mesi.

Perché accade questo?

Le SPA e la loro gestione vengono delegate a persone che hanno un’esperienza operativa con l’estetica, con il wellness, con il beauty, con protocolli per lo snellimento del corpo e il miglioramento dell’immagine, ma queste importanti professionalità vanno arricchite con metodi e strumenti che portino, quello che è un semplice reparto d’azienda a un vero e proprio centro di profitto.

Va innanzitutto compreso quella che è la dinamica del business, che regola un centro di costo e di ricavo importante come il Centro Benessere. Le SPA hanno un forte impiego di personale specializzato e d’impianti, come le cabine beauty, cabine massaggi, vasche idromassaggio, piscine, saune e bagni turchi e a queste corrispondono costi elevati sia in termini di manutenzione, consumo energetico, biancheria e una costante pulizia.
Va da se, che per coprire gli elevati costi di gestione di una SPA, si dovranno formulare prezzi alti che permettano di coprirli e generare, se rimane, anche un po’ di profitto. Pertanto, le SPA rimangono vuote, vista la forte barriera d’ingresso che è rappresentata dai prezzi elevati.

Qui nasce il dilemma dell’albergatore: se non hai una SPA, non vendi camere e inflazioni l’appeal per la struttura; se invece hai una SPA, produci perdite che si riflettono negativamente sui ricavi complessivi della struttura!

Cosa fare?

Per uscire da questo dilemma, bisogna porsi la domanda giusta, che ha in sé già parte della risposta che cerchiamo, ovvero: ma cosa vende veramente una SPA ?
Le SPA non vendono semplicemente, trattamenti o prestazioni ma fondamentalmente due elementi importanti:

IL TEMPO e le RELAZIONI

Tutto il business di un centro benessere, orbita intorno a questi due fattori fondamentali: tempo e relazioni. Le SPA vendono un’esperienza dal punto di vista del cliente, ma ciò che genera il ricavo è sul tempo/prestazione erogato.
Il vero costo di una prestazione, non varia per il costo orario dell’estetista o del massaggiatore e per l’incidenza dei costi marginali (bassi) sostenuti, ma piuttosto, per il tempo inutilizzato degli operatori pur essendo retribuito (costo fisso).

Se i prezzi delle prestazioni o dei trattamenti rimangono alti è molto probabile che saranno più i trattamenti invenduti che quelli venduti, più gli operatori non impiegati che quelli impiegati.
Ciò da cui bisognerebbe partire per cominciare a costruire i propri ragionamenti legati ai ricavi è quante prestazioni o trattamenti possono essere venduti in un giorno?

Basta moltiplicare il numero delle cabine/operatori per il numero delle ore in cui un SPA è aperta, otterremo il numero delle prestazioni orarie disponibili.

Se moltiplichiamo la quota delle ore disponibili per il loro prezzo medio e si avrà il fatturato potenziale; dividendo questo con il fatturato realizzato avremo il tasso di utilizzo di una SPA.

Se ancora dividiamo il nostro fatturato realizzato con il totale delle ore di prestazione vendute, otterremo un importante indicatore che è il nostro:

RevPATH: Revenue per Available Treatment Hour (Ricavo Medio Orario)

Il ricavo medio orario è fortemente condizionato anche dal secondo fattore, le relazioni. Il ricavo realizzato altro non è che la somma del numero della prestazioni per il suo prezzo medio, ma le prestazioni sono vendute ad un numero variabile di clienti che la SPA è stata in grado di attirare e fidelizzare; va da se, che se i prezzi alti ostacolano questo processo, allora, la strategia tariffaria va ridefinita.

Qui si apre la strada per un altro ragionamento che è quello del Revenue Management applicato nella SPA.
Il Revenue Management, che non trova ancora la sua accurata applicazione nelle SPA ha un approccio completamente diverso; la prima l’analisi che si pone è la misurazione del suo RevPATH, ovvero, il suo rendimento medio orario.

Come si calcola:

– Se una SPA dispone di 10 cabine e il suo fatturato in 4 ore di prestazione è 1.600,00 € significa che ha un rendimento medio orario di 40,00 € (1.600,00 € : 4 ore = 400,00€ per ogni ora di servizio; dividendolo ancora una volta per il numero delle cabine disponibili sarà uguale a 40,00€ l’ora) .
– Se una SPA ha un’occupazione al 70% e una spesa media di 100,00 € l’ora il suo rendimento (RevPATH) è di 70,00 € l’ora.

Questi sono solo alcuni degli esempi per calcolare il rendimento medio per ogni ora di prestazione; da questo importante dato, che si ottiene facilmente disponendo di un po’ di informazione sulle vendite, la/o SPA Manager avrà una visione più chiara sui suoi risultati di gestione, ma soprattutto, su ciò che è possibile ancora ottenere i termini di reddito orario.

Allora si potrebbe pensare di fare delle vendita promozionali nelle giornate in cui il rendimento è più basso o di garantire con una carta di credito, le vendite nelle giornate e nelle ore di maggiore affluenza; oppure di ridurre la durata dei trattamenti da 60 a 50 minuti nei momenti di picco riducendo i tempi di cambio nelle cabine, aumentando il tempo disponibile da erogare.

Queste sono alcune delle soluzioni che uno SPA manager può adottare; ma ve ne sono tante altre che vanno elaborate su misura in relazione a tanti fattori che possono condizionare la domanda di benessere e il relativo rendimento di una SPA.

Disponendo anche di tecnologia e strumenti di web communication, gli SPA Manager devono cominciare a costruire le loro banche dati e a comunicare con i propri clienti proponendo offerte, special price, riduzioni per categorie di utenti (studenti, anziani, coppie ecc.) per aumentare il loro rendimento medio orario nelle fasce di bassa occupazione.
Quello che si cerca di far passare come principio di base, in questo articolo, è che non c’è relazione tra i costi fissi e variabili di una SPA, e il listino prezzi con il quale cerca di coprirli, producendo nella maggior parte dei casi l’effetto contrario: delle perdite di gestione.

Ma si dovrà tener conto dell’effettiva capacità che una SPA ha di generare reddito, della domanda di mercato, delle sue dinamiche, del livello di concorrenza e soprattutto chiedersi se nella SPA c’è qualcuno che si occupa delle vendite e delle relative analisi!

Dott. Emanuele Addabbo:

Per contattarmi questo è il link:

https://www.teammanagement.it/contatti/

Alcuni Annunci che potrebbero interessarti

Massaggiatrice/ore

Calabria, Italia

SPA Manager

Calabria, Italia

Sales Manager

Lazio, Italia

Estetista

Sardegna, Italia

Massaggiatrice

Sardegna, Italia