Trovalavoro

RICERCA CANALE TECNOLOGIA



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

Bravofly

Athena Solutions

Dylog


Banner sinistra
Banner sinistra
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Yahoo

Yahoo

Lavorare con Messenger
L'instant Messaging ha conquistato un ruolo chiave come strumento di lavoro in moltissimi ambienti
di Emilio de Risi

Tutto è così fulmineo che alle volte sembra che l’email sia già il passato. Rapidi, veloci e immediati in un solo concetto tutti costantemente in tempo reale. L’uovo di colombo è un utile, semplice e gratuito strumento offerto dalla rete, il messenger: ne parliamo con Massimo Martini, general manager di Yahoo! Italia.
Può spiegarci in breve cos’è un messenger?
Il messenger (instant messaging) è un modo istantaneo di comunicare tramite internet di cui ormai usufruiscono milioni di persone in ogni angolo del globo. Per inviare e ricevere messaggi occorrono una connessione internet e un software di instant messaging come Yahoo! messenger. I software di instant messaging permettono di creare un elenco di amici, familiari, colleghi e tutte le persone che utilizzano lo stesso programma. Una volta creata la lista è possibile sapere quando i propri contatti sono on-line e conversare con loro in tempo reale, effettuare chiamate verso altri pc o verso telefoni, inviare i più svariati tipi di file, vedere i propri interlocutori tramite webcam e se non sono on-line lasciare loro un messaggio di testo o vocale. Yahoo! Messenger ha una storia unica di innovazione nell’instant messaging, è stato infatti il primo a introdurre la funzionalità webcam e ha dato il battesimo agli emoticon animati, le celebri faccine che ormai rappresentano un modo d’espressione irrinunciabile per gli utenti messenger e di cui quest’anno ricorre il venticinquesimo anniversario.
Questi tool sono spesso percepiti come strumenti di svago, quali possono essere i vantaggi nell’utilizzo a fini lavorativi?
Per la sua utilità, praticità ed economicità l’instant messaging ha ormai conquistato un ruolo chiave nel fabbisogno comunicazionale di moltissimi moderni ambienti di lavoro. Il nostro Yahoo! Messenger, ad esempio, è ormai protagonista nei processi di comunicazione quotidiana tra colleghi all’interno della nostra azienda. Disturba meno di una telefonata e cattura attenzione in modo assolutamente silenzioso, è istantaneo, consente un’ampia libertà d’espressione e offre la possibilità di veicolare non solo messaggi, ma anche link o file. Inoltre permette di sapere se un proprio collega è on-line, e quindi immediatamente raggiungibile da una domanda che si desidera inviare, oppure momentaneamente assente, il tutto prima ancora di aver inviato il messaggio. Il successo del messenger come strumento di lavoro è spinto dagli stessi fattori che ne hanno decretato il successo come strumento di svago: l’ottimizzazione di tempi, costi, processi e relazioni. Appare chiaro che tra gli strumenti che differenziano l’uso privato di instant messaging e quello business, assumono crescente importanza quelli relativi alla sicurezza, che saranno sempre più protagonisti nell’offerta di instant messaging aziendale.
Sono tool di semplice utilizzo?
Oserei dire che si tratta di strumenti di elementare utilizzo. L’instant messaging non richiede all’utente nessuna particolare competenza tecnica, è assolutamente intuitivo e quindi facilmente accessibile sia alle nuove generazioni, sia a quelle che hanno meno dimestichezza con la tecnologia. I nostri recenti studi sulla diffusione del messenger rivelano, infatti, che circa il 70% dei giovani compresi tra i 19 e i 25 anni e quasi la metà degli ultracinquantenni interpellati se ne servono quotidianamente. E si tratta di numeri destinati a crescere.
A quali tipologie di aziende del comparto turistico consiglierebbe l’utilizzo di un messenger?
Credo che il messenger possa prestarsi molto bene al miglioramento dei processi comunicativi all’interno di grandi network turistici, come grandi agenzie con più sedi dislocate in territorio nazionale e internazionale, grandi catene di alberghi, villaggi vacanze facenti capo a grandi operatori turistici che hanno l’esigenza di snellire la propria comunicazione con la propria azienda madre. Potrebbe inoltre favorire e semplificare il contatto tra operatori turistici e altre aziende, come compagnie aeree, o porsi al centro di nuove iniziative di contatto e consulenza tra operatori turistici e clienti. Anche il turismo ormai è fortemente informatizzato e i processi di comunicazione che lo caratterizzano richiedono un supporto tecnologico che sia sempre più all’avanguardia. L’instant messaging, in questo clima, si candida alla conquista di un ruolo strategicamente rilevante.
Quali saranno gli sviluppi del messenger in un’ottica di web 2.0?
La crescita dell’instant messaging sta seguendo l’evoluzione del web 2.0 e sviluppa costantemente nuove funzionalità di alto livello nell’interazione tra gli utenti e l’integrazione con altre applicazioni. Già gli utenti possono utilizzare, ad esempio, il nostro Yahoo! Messenger senza la necessità di installarlo sul computer, integrarne l’uso con quello della mail, selezionare tre le varie funzionalità offerte come file sharing, chat in tempo reale, messaggi vocali asincroni, solo per citarne alcune. Iniziano a svilupparsi anche applicazioni business to consumer, tramite le quali le aziende entreranno in contatto diretto con gli utenti attraverso le applicazioni Messenger. L’instant Messaging 2.0 sarà caratterizzato da una potente convergenza tra tecnologie di comunicazione e distribuzione di nuovi contenuti, il che produrrà grandi opportunità per i futuri processi di comunicazione amplificando anche la nostra capacità di lavorare in team.

L'articolo è tratto da "Guida al Futuro 2008. I nuovi trend dell'industria del turismo".