Trovalavoro

RICERCA CANALE TECNOLOGIA



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

Athena Solutions

Consorzio

Vortal


Banner sinistra
Banner sinistra
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Cresce ancora la rilevanza del canale internet

L’estate italiana è sempre più sotto il segno del web. Lo sanno molto bene i turisti europei che, quasi in un caso su tre, acquistano pacchetti di vacanza nella penisola direttamente su internet. Ma lo stanno rapidamente imparando anche gli italiani, visto che, a fine giugno, 1 milione e 300 mila nostri connazionali avevano già acquistato la propria vacanza estiva via internet, magari mentre chattavano su un social network come Facebook. È quanto rilevano i dati Unioncamere-Isnart per conto dell’Osservatorio nazionale del turismo: una cifra affatto da poco, visto che, su un totale di 24,5 milioni di italiani che hanno intenzione di prendere un periodo di ferie tra luglio e agosto, solo il 28% aveva già prenotato al momento dell’indagine e di questi, appunto, un quinto lo aveva fatto on-line. Analizzando gli ultimi dati di vendita consolidati, inoltre, durante il primo trimestre del 2010, è stato ben il 34,5% della clientela delle strutture ricettive italiane ad aver prenotato il proprio soggiorno sulla rete. Una quota, quest’ultima, che è salita al 41,3% per quanto riguarda i soggiorni in città. Le prenotazioni sono avvenute, in particolare, tramite il contatto diretto con la struttura sul sito web proprietario per il 12,5% dei viaggiatori, a mezzo e-mail per il 15,6% e utilizzando i grandi portali di settore per il 6,4%