trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Ntv si espande e cerca personale
La compagnia di trasporti ferroviari seleziona 160 risorse da inserire come hostess-steward di bordo e di stazione
di

Articolo

Ricavi in crescita anno su anno del 25,9%, a quota 329 milioni di euro, e un margine operativo lordo (ebitda) che sale del 78,8% toccando i 114,8 milioni. Sono i numeri Ntv dei primi nove mesi del 2017: la compagnia di trasporti ferroviari è una delle tante aziende che i visitatori del prossimo Tfp Summit avranno l’opportunità di incontrare personalmente giovedì 1° febbraio al Milan Marriott. Una società che, attiva dal 2012 sui binari dell’alta velocità, ha raggiunto nel 2016 il proprio primo utile e ora viaggia sulle ali di un giustificato entusiasmo, con ambiziosi programmi di crescita e sviluppo. Guidata in ciò dai suoi vertici appena rinnovati, grazie al doppio ritorno di Flavio Cattaneo e Luca Cordero di Montezemolo, rispettivamente nei ruoli di amministratore delegato e presidente della compagnia.
In attesa di conoscere un futuro che prevede persino lo sbarco in Borsa e l’espansione oltre i confini nazionali, Ntv ha quindi svelato, a inizio ottobre, il primo di 12 nuovi Italo Evo in arrivo nei prossimi mesi. Evoluzione della famiglia Pendolino, il treno è costruito con materiali riciclabili ed è progettato secondo criteri di eco-sostenibilità: può viaggiare alla velocità di 250 chilometri orari ed è lungo 187 metri, composto com’è da sette carrozze in grado di ospitare 480 passeggeri nei tre ambienti Club, Prima e Smart.
La novità consentirà alla compagnia di incrementare di circa il 50% la propria offerta complessiva, passando da 25 a un totale di 37 convogli. I primi quattro Italo Evo entreranno in servizio già a dicembre 2017, mentre gli altri otto seguiranno nel corso del prossimo anno. Ntv potrà in questo modo aumentare le frequenze sulle tratte attuali del proprio network: sulla Roma – Milano i collegamenti passeranno per esempio da 40 a 50 (i no-stop da 15 a 20), per un treno ogni mezz’ora, mentre raddoppieranno i servizi quotidiani da e per Venezia, salendo dagli attuali otto a 16. Ma verranno anche aggiunte nuove tratte, tra cui la Torino-Venezia. L’ultimo recentissimo consiglio di amministrazione della compagnia ha inoltre approvato l’acquisto di ulteriori cinque Italo Evo, che si andranno ad aggiungere presto ai 12 convogli già in arrivo.
«La domanda di mobilità nel nostro paese è in continua crescita e noi di Ntv siamo intenzionati a soddisfare una parte sempre più grande di tale richiesta, attraverso l’ampliamento della flotta, del network e il continuo miglioramento della qualità del servizio», spiega la responsabile selezione, formazione e sviluppo, Ilaria Alfonso.

Domanda. Da quante risorse è composto al momento il vostro staff?
Risposta. Il personale operativo ammonta a circa 460 risorse, che operano a bordo treno o in stazione, ricoprendo diversi ruoli: dal train manager tutor al train & station manager, passando per i train & station hostess e steward. Si tratta soprattutto di giovani con un’età media di 33 anni, altamente professionalizzati nel ruolo: ognuno di loro ha infatti ricevuto da Ntv una formazione di ingresso ad hoc, dedicata a specifiche tematiche tecniche e comportamentali.

D. In vista dell’aumento della flotta, quante persone state quindi cercando, soprattutto per le mansioni a contatto con il pubblico?
R. Attualmente stiamo selezionando circa 160 nuovi profili da inserire come hostess-steward di bordo e di stazione: figure di interfaccia con il cliente, assimilabili agli assistenti di volo e al personale di ricevimento del settore hôtellerie.

D. Per quale motivo pensate che delle risorse provenienti dal mondo dell’ospitalità, o comunque dotate di una formazione alberghiera, siano in grado di ricoprire al meglio molte delle vostre posizioni aperte?
R. Il nostro è un modello di servizio totalmente orientato ai valori dell’accoglienza. Pertanto, i profili provenienti dal mondo dell’hôtellerie posseggono caratteristiche e competenze in linea con quanto da noi ricercato: attenzione al cliente, orientamento alla relazione e problem solving.

D. Quali sono però le principali differenze nello svolgere una medesima mansione a bordo di un treno in movimento, piuttosto che in hotel?
R. Sono legate soprattutto alla location: l’ambiente treno ha spazi limitati e richiede capacità di movimento differenti rispetto all’hotel. Inoltre le tempistiche a bordo sono per definizione piuttosto serrate, imponendo una particolare attenzione alla gestione del servizio di catering e alla cura dei viaggiatori.

D. Considerando anche le vostre esperienze passate in tema di recruiting, quali sono in particolare le maggiori difficoltà che una risorsa abituata a operare in un albergo incontra quando comincia a lavorare su un convoglio ferroviario?
R. Riguardano proprio la gestione del tempo, degli spazi e delle emergenze. Il treno, essendo un ambiente chiuso e in continuo movimento, limita il raggio d’azione del personale. Non solo: la risoluzione di eventuali problematiche a bordo si complica, poiché si hanno inevitabilmente a disposizione meno strumenti che in un hotel. Per di più, in situazioni di emergenza, come per esempio durante un fermo in linea, il personale deve saper gestire l’ansia propria e altrui, mostrando buone capacità di autocontrollo, di rispetto delle procedure di sicurezza e di problem solving operativo.

D. Quali caratteristiche deve avere allora il candidato ideale di Ntv, al di là delle specifiche competenze atte a ricoprire il proprio ruolo?
R. Le riassumerei nei termini di positività, motivazione, flessibilità, orgoglio nel servizio, naturale propensione alla relazione e dinamismo. L’attenzione alla cura personale completa quindi l’identikit del profilo perfetto.

D. Quali infine le possibilità di carriera all’interno di Ntv?
R. Offriamo svariate opportunità di crescita, sia in senso verticale (avanzamento nei ruoli di train manager – capo treno), sia in senso orizzontale, con lo spostamento in differenti aree aziendali.


Il Tfp Summit va in scena il prossimo 1° di febbraio
www.tfpsummit.it

Torna l’appuntamento con la job fair turistica più qualificata d’Italia: la decima edizione del Tfp Summit è in programma nel capoluogo lombardo, il prossimo 1° febbraio presso il Milan Marriott. Griffato come sempre da Job in Tourism, l’evento vedrà la presenza di alcune tre le più prestigiose aziende del mondo dell’ospitalità, del tour operating, delle agenzie di viaggio, del business travel e dei trasporti, interessate a incontrare e a selezionare i professionisti del settore, ma anche figure junior e neolaureati. Il format prevede colloqui liberi presso gli stand dei numerosi espositori, nonché alcune sessioni di incontri ad hoc per profili specifici, a cui ci si potrà candidare inviando previamente il proprio curriculum. In programma ci sono anche una serie di incontri formativi preparati appositamente da Job in Tourism, per chi vuole approfittare dell’occasione al fine di migliorare le proprie competenze e confrontarsi sui temi più hot del lavoro nel turismo. L’iscrizione, come sempre, è rigorosamente gratuita. Stay tuned!

COMMENTI
« di cv a italo ne ho mandati, le esperienze in ambito turistico alberghiero ci sono, altezza cm 187, bella presenza ok, ma avere quasi 50anni..non dovrebbe essere un lmite...io attendo comunque
Postato da andrea , - 18:56:01 22-11-2017
« nuova opportunita......
Postato da gennaro , portiere di notte - 14:56:31 23-11-2017

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori