trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Piccolo è bello (se il servizio è adeguato)
I trend del luxury travel sono oggi dettati dall’emergere della generazione dei trentenni – quarantenni: viaggiatori consapevoli a caccia di esperienza ed esclusività
di

Articolo

Boutique hotel e cicloturismo. Sono alcune delle nuove tendenze del lusso all’epoca della domanda esperienziale: quando marmi e stucchi alle pareti non bastano più, e a volte non sono neppure necessari. La nuova generazione di viaggiatori del segmento più elevato del mercato cerca l’esclusività di momenti autentici, dove ciò che conta è soprattutto la possibilità di partecipare a eventi e incontri accessibili a pochi. Elisabetta Neri analizza il mercato dei viaggi di lusso. E lo fa da un punto di vista privilegiato: quello di co-fondatrice della società specializzata Nebe. Traccia in questo modo un quadro in veloce evoluzione, il cui movimento è dettato dalle inedite esigenze dei trentenni e dei quarantenni di oggi: «Giovani consumatori che si spostano e hanno visto molto di più dei genitori alla loro stessa età. Ma che soprattutto, grazie alla rete, sono decisamente più informati. Desiderano e cercano, perciò, cose molto diverse rispetto a un tempo».
E ovviamente la chiave di volta sta tutta nella parola magica del momento: quell’«esperienza, esperienza, esperienza», che ha ormai quasi soppiantato il vecchio adagio della tradizione alberghiera «location, location, location». «D’altronde», racconta sempre Elisabetta Neri, «anche l’offerta si sta adeguando. A partire dalle agenzie di viaggio, che non sono affatto scomparse, ma si stanno specializzando, insistendo soprattutto sull’aspetto consulenziale della loro professione. Se infatti le nuove generazioni di viaggiatori tendono a prenotare le trasferte più semplici direttamente sul web, continuano però a rivolgersi agli esperti del settore quando desiderano farsi disegnare itinerari ad hoc dai contenuti di volta in volta avventurosi, culturali, enogastronomici…».
E la regola vale anche per l’hôtellerie, dove tessuti di raso e marmi alle pareti non bastano più. «A volte può essere sufficiente anche una semplice casa sull’albero. A patto, però, che il servizio sia impeccabile», sottolinea la co-fondatrice di Nebe. «Perché a contare oggi, oltre al fattore esperienza, è il tocco umano: quanto più diventiamo globali e virtuali, tanto più abbiamo bisogno di relazioni reali: conoscere qualcuno che ci dedichi del tempo per spiegarci luoghi, cibi, attività produttive locali, con una passione e una conoscenza del territorio impossibili da ottenere altrove. È anche per questo che cresce il successo dei boutique hotel: piccole strutture dai toni intimi, in cui il rapporto diretto con i titolari è più semplice e immediato. Ne stanno sorgendo ovunque. Persino a Roma, dove l’ospitalità ha sempre avuto un carattere più tradizionale, si assiste ultimamente a un fiorire di piccoli alberghi, soprattutto suite-hotel: ambienti raffinati, nel segno dell’arte e del design, che diventano spazi glamour aperti alla città, in cui organizzare feste ed eventi esclusivi. Come per esempio il Jk Place Rome o il nuovo Palazzo Dama. Oppure in Sicilia, dove molte strutture diffuse, per lo più dimore storiche, vengono trasformate e ri-arredate con gusto contemporaneo ed elegante».
Tutto ciò, naturalmente, non vuole affatto dire che il classico sia passato di moda: «Luoghi iconici come l’Hassler, il de Russie o l’appena riaperto Eden, per rimanere in ambito capitolino, continuano a esercitare tutto il fascino di sempre», ricorda Elisabetta Neri. «Solo che il consumatore di oggi, a tutti i livelli e quindi anche nel lusso, è diventato trasversale: per ogni specifica esigenza, sceglie e pretende soluzioni differenti. Senza dimenticare che in alcuni mercati, in primis quello mediorientale, l’ostentazione e l’opulenza fanno parte del dna culturale dei viaggiatori del lusso. Per loro, certi luoghi possiedono un appeal intramontabile».
Ad attrarre sempre più il turista del segmento più alto è poi anche la vacanza attiva, ovviamente declinata ancora una volta secondo i canoni dell’esclusività e del servizio d’eccellenza: «Basti pensare che, secondo alcuni guru del luxury travel, il cicloturismo è destinato a diventare il golf del Terzo millennio. Oggi ci sono persino tour operator di nicchia specializzati in itinerari a pedali su bici griffate dalle migliori marche del settore. Il tutto, accompagnato da soggiorni 5 stelle lusso, nonché soste enogastronomiche in locali stellati e cantine selezionate».
A fronte di ciò, l’Italia rimane pur sempre la destinazione da sogno per eccellenza: «Il nostro paese è tanto amato, che spesso non ci rendiamo neppure conto di quanto lo sia», conclude la co-fondatrice di Nebe. «Il nostro brand è ricercatissimo: ci sono i giovani che desiderano venire a toccare con mano l’”Italian way of life” e le nostre bellezze. Ma ci sono anche gli over 60, che ritornano magari per la terza, quarta volta, alla ricerca di qualche segreto nascosto, delle mille sfaccettature mimetizzate tra le pieghe di un territorio fantastico». E ora, grazie alla globalizzazione, non si tratta più solo di nordamericani ed europei. Anche i mercati emergenti mostrano grande interesse per la Penisola. A partire dalla Cina, la cui domanda lusso sta crescendo prepotente negli ultimi anni, tanto da essere ormai diventata un cluster di sicuro interesse, acconto alla più tradizionale richiesta mass-market proveniente dal mercato dell’ex Celeste impero.


Nebe non si ferma mai: per il suo decimo anniversario è in arrivo Gusto & Lifestyle
www.nebe-web.it

Un compleanno importante. È quello che si appresta a festeggiare Nebe l’anno prossimo. Fondata a Venezia da Elisabetta Neri e Fulvio Bettini, due professionisti con una lunga esperienza alle spalle nel mondo dell’hôtellerie e degli eventi (Bettini è stato, tra l’altro, presidente di Mpi Italia), Nebe è conosciuta soprattutto per l’organizzazione di incontri professionali di alto profilo, tematici, a numero chiuso e su invito. Tra questi i più noti sono sicuramente Historia, riservato alle dimore d’epoca del Vecchio continente, nonché il Mediterranean Luxury Club e il Sensoh Lakes Mountains & Spas.
E proprio dall’unione sinergica di questi ultimi due è nata la grande novità del 2017: il Travelux Club, svoltosi a Cernobbio lo scorso marzo, che ha saputo unire in un solo contesto tutta l’offerta luxury del Mediterraneo, nonché dei laghi, delle montagne e del benessere di respiro europeo, riscuotendo un grandissimo successo. Ma le news non finiscono qui: in attesa del nuovo appuntamento con Travelux Club, in programma sempre a marzo sul Lago di Como, Nebe si sta infatti preparando alla prima edizione di Gusto & Lifestyle: al Magna Pars Suites di Milano, dal 4 al 6 febbraio, una serie di eccellenze produttive, enogastronomiche ma non solo, incontrerà i buyer del turismo, provenienti dal mondo dell’ospitalità, dei viaggi e degli eventi. «Ci piaceva l’idea di dare spazio e visibilità a quei piccoli produttori, che tanto contribuiscono a costruire il successo della nostra offerta turistica», fa notare Elisabetta Neri. «Anche perché fino a oggi nessuno ha mai pensato di realizzare un evento simile. Esistono le fiere, certo, ma sono spesso un po’ dispersive, e mancano della specificità delle nostre iniziative, che si rivolgono a un pubblico accuratamente selezionato».
A novembre di quest’anno è inoltre in programma, sempre a Milano, il tradizionale appuntamento con Mice & Luxury Club, dove si potranno incontrare alcuni tra i migliori organizzatori di eventi e wedding planner del mercato. Ma l’attività di Nebe si sta espandendo anche a livello istituzionale, tanto che un ente come Toscana Promozione Turistica le ha nuovamente affidato la selezione dei buyer lusso da incontrare in occasione del Buy Tuscany, in programma il 9-10 ottobre. E sempre per il medesimo ente, Nebe curerà una serata-evento ad hoc, in concomitanza con l’Itl di Cannes del prossimo dicembre.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori