trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Village Volver cresce a vista d’occhio
Si consolida il nuovo progetto Hotel Volver pensato per la villaggistica, che presto sarà esteso dal Sud Italia anche al resto della Penisola
di

Articolo

www.villagevolver.com

Presentato appena a ottobre dello scorso anno, il progetto Village Volver è già diventato una realtà consolidata, apprezzata da un numero crescente di strutture stagionali, desiderose di poter accedere ai servizi in outsourcing di qualità di Hotel Volver. «Si tratta di un prodotto costruito appositamente sulle misure di villaggi e resort. Un’offerta ad hoc, che ci consente di collaborare anche con i partner stagionali, che sempre più numerosi sono attirati dal nostro concept di lavoro: dare pure ai villaggi il servizio di un hotel 4 stelle», spiegano l’amministratore delegato e il direttore commerciale e marketing Hotel Volver e Village Volver, Marco Rondina e Vincent Spaccapeli. «Oggi stiamo consolidando la nostra attività. Lavoriamo già in Calabria, Basilicata e Puglia, con strutture bellissime che offrono un grande livello di accoglienza. Ma ci sono molti progetti in via di finalizzazione anche nel Centro e Nord Italia».
Cos’è però esattamente il progetto Village Volver? «È un partner competente che ha costruito un’ampia offerta di servizi dedicati a villaggi e resort», riprende Rondina. «Dal restoring, alla manutenzione (inclusi gli spazi verdi e le piscine), passando per i prodotti integrati realizzati su misura con partner specializzati. Mi riferisco, in particolare, alle amenities (linee baby, beauty mare, pets...), nonché al brand entertainment. Il tutto rigorosamente pianificato in stretta connessione con lo staff di ciascuna struttura, al fine di realizzare un prodotto davvero “taylor made”, finalizzato all’ottenimento dei migliori risultati possibili in termini di costi e di reputazione. Perché siamo perfettamente consapevoli che ogni villaggio e ogni resort ha peculiarità specifiche, legate alla clientela a cui si rivolge, alla propria location, o al tipo di ospitalità che offre».
Siamo insomma di fronte a un prodotto completo, che è stato pensato e ripensato in ogni dettaglio prima ancora di essere lanciato sul mercato: «L’esperienza del nostro gruppo ci ha insegnato che bisogna sempre più personalizzare il servizio», ha infatti dichiarato Rondina durante l’evento di presentazione ufficiale di Village Volver, in occasione dell’ultimo Hospitality Day di Rimini. «Durante lo scorso anno abbiamo perciò lavorato con alcuni villaggi, affiancando e arricchendo il nostro servizio fino ad arrivare a un prodotto costruito su misura. Lo ribadisco: Village Volver lavora in partnership con le strutture, per arricchire l’offerta qualitativa dei servizi, integrando e organizzando il servizio con la massima efficienza». Una garanzia di qualità, che non può essere raggiunta senza una grande attenzione nei confronti della formazione: «Ed è per questo che abbiamo attivato tutta una serie di percorsi ad hoc, pensati specificamente per le esigenze del personale da inserire in queste tipologie di strutture. Realtà che rispondono spesso a logiche parzialmente diverse dai classici hotel di città», aggiunge Rondina.
«Ma la nostra attenzione per i temi della formazione è davvero a 360 gradi e non riguarda esclusivamente lo staff», ricorda infine Spaccapeli. «Il prossimo 6 giugno, all’Enterprise di Milano prenderà infatti il via il nostro forum itinerante Hotel Rewind, dedicato a hotelier e architetti specializzati nell’ospitalità. Un format originale, organizzato in collaborazione con il network Agorà Activities, punto di riferimento della formazione e divulgazione in ambito progettuale e architettonico, per trattare i temi dell’innovazione e della valorizzazione alberghiera. Il tutto alla luce sia degli incentivi previsti per la riqualificazione del patrimonio alberghiero nazionale, sia del progressivo emergere di una domanda di viaggiatori sempre più sensibili ai temi del risparmio energetico e della sostenibilità».

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori