trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Un volano di crescita e confronto
Grande successo per i Campionati della cucina italiana Fic: oltre 300 i concorrenti che hanno partecipato alle competizioni individuali dell’edizione 2017
di

Articolo

Iscrizioni da record per l’edizione 2017 dei Campionati della cucina italiana, organizzati dalla Fic nell’ambito della recente fiera riminese Beer Attraction: tantissimi chef hanno dato vita alla competizione divisi tra gare individuali e a squadre di cucina calda, fredda e artistica, con la presenza di oltre 300 concorrenti singoli e di una ventina di team regionali. Senza contare le finali italiane per il Campionato miglior allievo istituti alberghieri.
«In quattro giorni», racconta il presidente della Federazione italiana cuochi, Rocco Pozzulo, «le competizioni sono state il volano attorno al quale sono ruotate numerose occasioni di crescita professionale, di consolidamento delle vecchie amicizie e di nuove conoscenze: cooking show, lezioni di cucina, colloqui con produttori e sponsor, assaggi di prodotti, con un angolo dedicato alla formazione e un corso per giudici dell’associazione WorldChefs, hanno offerto spunti di lavoro concreti. Mentre il fatto di poter condividere la presenza in fiera, di assistere all’opera dei colleghi e di trascorrere i momenti di pausa parlando, confrontandosi ma anche ridendo e facendo il tifo, ha accresciuto lo spirito di squadra, che deve essere alla base di ogni gruppo e associazione».
Ma come si sono svolte esattamente le gare? Il concorso di cucina calda ha visto i partecipanti operare in laboratori a vista dotati di impianti e attrezzature convenzionali. Le squadre hanno presentato alla giuria un menu composto da tre portate (dessert compreso), utilizzando anche prodotti tipici regionali, mentre i concorrenti individuali hanno potuto scegliere tra un piatto unico della cucina mediterranea oppure una ricetta originale della tradizione italiana.
La competizione dedicata alla cucina fredda prevedeva poi che team e concorrenti individuali si cimentassero nella realizzazione di due programmi di culinary e pastry art. Il primo consisteva nella presentazione di finger food, di un piatto festivo, di una serie di antipasti e di un menu gastronomico. Per la pasticceria da ristorazione, i concorrenti hanno invece realizzato diversi dessert (a base di cioccolato o frutta), nonché praline, petit-fours o biscotteria fine.
Infine, la novità di quest’anno. Al concorso artistica 2017 hanno infatti partecipato anche chef provenienti dall’estero: intagli vegetali, sculture di formaggio, lavorazioni di margarina, trionfi di frutta, sculture di ghiaccio, lavorazioni in zucchero o in cioccolato, marzapane, cake design… Con un momento importante, il «Live opere dal vivo – intaglio», dedicato alla memoria dell’ex segretario generale Fic, Gianpaolo Cangi, scomparso alcuni anni fa, che ha visto i partecipanti produrre una serie di opere a partire da zero.


Tutti i vincitori


I campioni d’Italia 2017

Categoria artistica D1: Enrico Chirico; categoria artistica D2: Stefano Fantozzi; categoria artistica D1 Live: Antonino Ferraro; cucina fredda culinary art: Paolo Bresciani; cucina calda individuale categoria K1 junior (piatto unico della cucina mediterranea): Giulia Canneva; cucina calda individuale categoria K1 senior (piatto unico della cucina mediterranea): Francesco Cinquepalmi; cucina calda individuale categoria K2 junior (ricetta originale della tradizione italiana): Niccolò Staccoli; cucina calda individuale categoria K2 senior (ricetta originale della tradizione italiana): Paolo Rosetti; cucina calda individuale categoria K3 junior (pastry art): Melania Del Popolo; cucina calda individuale categoria K3 senior (pastry art): Domenico Lacedonia; cucina fredda a squadre: 1° classificato Team Campania; cucina calda a squadre: 1° classificato Team Toscana; cucina calda - fredda combinata a squadre: 1° classificato Team Palermo.


I premi speciali

Il premio speciale della critica gastronomica è stato attribuito ogni giorno a una squadra diversa: Team Cuochi Etnei Junior; Team Palermo; Equipe Cuoche Veneto; Team Toscana.
Daryoush Shojaee ha ricevuto dalle mani del presidente Pozzulo il premio speciale dedicato alla memoria di Gianpaolo Cangi come ideatore del concorso artistica.
Il trofeo Metro Cash & Carry per il miglior allievo istituti alberghieri è andato al pugliese Giovanni Fiorellino dell’Agostinelli di Ceglie Messapica.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori