trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Tanti vantaggi per un solo servizio
Global Works: un partner strategico concentrato prima di tutto sulla customer satisfaction
di

Articolo

www.globalworks.it

Abbattimento dei costi di magazzino, riduzione delle incombenze burocratiche relative al personale e maggiore flessibilità nella gestione di uno staff sempre adeguato alle reali esigenze della domanda. Sono questi i veri e indiscutibili benefici economici garantiti da un servizio di outsourcing alberghiero: «Molti pensano spesso all’esternalizzazione come a un mezzo semplice per ridurre il costo-ora dei propri addetti», racconta Alessio Virgili, ceo e fondatore di Sonders&Beach Group, holding internazionale cui fa capo la società di servizi in outsourcing Global Works. «Così però non può essere: un’azienda come la nostra ha infatti i medesimi obblighi retributivi e contributivi di una struttura alberghiera, ai quali occorrono inoltre aggiungere i costi relativi alle attrezzature e alle materie prime, nonché non per ultimo il proprio mark-up. Eppure esternalizzare i servizi è sicuramente sinonimo di beneficio economico per gli hotel, in quanto dà loro la possibilità di razionalizzare tutte quelle uscite che normalmente un albergo si trova a sostenere, non importa che sia pieno o mezzo vuoto. E questo perché, in assenza di ospiti la struttura può semplicemente non richiedere il servizio. Non solo: con l’outsourcing gli alberghi non devono neppure più preoccuparsi di pagare il personale in sostituzione e quello in ferie.

Domanda. E in termini di mera gestione delle risorse umane?
Risposta. Anche in questo caso i vantaggi sono molteplici: prima di tutto ogni hotel si trova a rapportarsi con un unico interlocutore, che emette un’unica fattura al 100% scaricabile ai fini fiscali. Inoltre esternalizzare significa pure eliminare tutti i problemi in tema di ricerca, selezione, retaining e sostituzione temporanea del personale.

D. Poi c’è anche la questione magazzino…
R. Proprio così: non solo l’outsourcing permette di ridurre l’esposizione finanziaria che gli hotel devono affrontare per l’acquisto di macchinari, attrezzature e materie prime, ma consente pure l’annullamento del fattore rischio sprechi, in quanto la gestione del magazzino è appunto completamente demandata alla responsabilità dell’appaltatore. Esternalizzare, insomma, vuol dire avere la possibilità di mettere a budget i propri costi in maniera puntuale e precisa, senza alcuna sorpresa nel corso dell’anno. È infine evidente come una struttura, che sceglie di appaltare alcune o tutte le proprie attività accessorie, possa finalmente concentrarsi sul proprio core business, in modo da migliorare i servizi offerti e conseguentemente innalzare la customer satisfacion, nonché rafforzare la propria brand identity.

D. Quali sono, a vostro giudizio, i trend emergenti dei servizi in outsourcing?
R. Rispetto a qualche anno fa, oggi gli albergatori preferiscono esternalizzare i comparti nella loro interezza. Per quanto riguarda il reparto piani, per esempio, la tendenza è quella di ricercare un pacchetto all inclusive, che comprenda, oltre alla classica pulizia e al rifacimento delle camere, anche la fornitura delle amenities, il rifornimento del frigobar, il nolo e il lavaggio della biancheria e gli interventi di piccola manutenzione. È proprio per questo che noi di Global Works abbiamo stretto delle partnership con dei fornitori strategici, in grado di supportarci su tutto il territorio nazionale. Il nostro servizio è inoltre costantemente monitorato in tempo reale, grazie a un software ad hoc, da noi fornito gratuitamente e gestibile a mezzo smartphone, che permette il controllo preciso dello stato di avanzamento dei lavori.

D. A proposito di comparti alberghieri: quali sono oggi i reparti maggiormente coinvolti nei processi di esternalizzazione?
R. Sicuramente l’housekeeping. Negli ultimi anni è però cresciuta anche la domanda di servizi per la ristorazione, soprattutto riguardo alle colazioni. Grazie al sistema della tariffazione a pasto, l’hotel riesce infatti ancora una volta a tener meglio sotto controllo i costi.

D. Come riuscite a garantire costanza negli standard e nella qualità del personale?
R. Noi crediamo fortemente che poter contare su una squadra di risorse altamente professionali e qualificate si traduca, col tempo, in un aumento della soddisfazione e della fidelizzazione della clientela degli hotel. Proprio per questo, perciò, i dipendenti Global Works vengono selezionati accuratamente in base al loro curriculum professionale, quindi tutti assunti e retribuiti, nonché istruiti sui temi della sicurezza sul lavoro, secondo le normative vigenti. Cosa forse ancor più importante, ricevono inoltre una formazione continua on the job, che permette loro di essere sempre aggiornati sulle più recenti novità di settore. Riteniamo infatti che la presenza di personale gratificato economicamente e professionalmente possa sempre rappresentare il vero discrimine tra un buon servizio agli ospiti e uno cattivo.

D. In che modo, infine, costruite un efficace rapporto di partnership con gli hotel?
R. Il fatto che la nostra azienda faccia parte di un gruppo turistico internazionale ci permette di essere ben consapevoli dell’importanza di una strategia orientata alla customer satisfaction. Il primo beneficio che apportiamo agli hotel è quindi quello di poter offrire ai loro clienti un servizio di alta qualità, in grado di rendere l’esperienza di soggiorno piacevole, nonché di migliorare la brand reputation dello stesso albergo e di aumentarne conseguentemente la quota di repeaters. Ma è soprattutto «partner» la parola chiave. Amiamo infatti definirci in questo modo, e non meri fornitori, perché contribuiamo sempre attivamente alla strategia commerciale dei nostri clienti, dalla cui riuscita discendono traguardi e crescita non solo per le strutture partner, ma anche per noi di Global Works. L’ormai pluriennale esperienza del nostro gruppo ci consente infine di ben comprendere le dinamiche gestionali di un hotel: dalla prenotazione last minute all’assenza improvvisa di un addetto. Non a caso facciamo perciò della reperibilità h24 e sette giorni su sette un nostro assoluto punto di forza, consci di quanto sia importante intervenire velocemente in un comparto dove l’imprevisto è sempre dietro l’angolo. Tutti i nostri clienti possono quindi contare su capi area reperibili h24, per interventi tempestivi in grado di soddisfare qualunque esigenza.


Identikit della società

Il brand Global Works nasce nel 2002 con lo slogan «Un’impresa al servizio delle imprese», dalle idee giovani e imprenditoriali di un gruppo di persone della nuova generazione. Con oltre 15 anni di esperienza e specializzazione nella gestione di servizi in outsourcing per le strutture turistico alberghiere, Gw aderisce oggi ad Assolombarda ed è parte del gruppo turistico internazionale Sonders&Beach, basato in Europa e negli Usa, il cui testimonial in Italia è il noto giornalista Alessandro Cecchi Paone.
Gw è presente in Italia con due sedi a Milano e a Roma, ma è operativo su tutto il territorio nazionale, contando su una forza lavoro di oltre 300 dipendenti e su un importante portfolio di strutture alberghiere di categoria 4 e 5 stelle.
Fin dalla propria nascita, Gw ha scelto di essere non tanto un fornitore, quanto un vero e proprio partner partecipe del progetto imprenditoriale del proprio cliente e coinvolto nel processo di raggiungimento degli obiettivi prefissati. Proprio per questo ha dato vita a un sistema di servizi innovativi che, oltre ad approfondire e a trasformare i metodi di approccio tradizionale al settore alberghiero, offre un quadro strategico capace di rispondere alle reali necessità degli hotel. Per come lo intende Global Works, l’outsourcing può davvero rappresentare una soluzione radicale di ottimizzazione e riduzione dei costi fissi, ma anche un’opportunità per rivedere il proprio modello di business, grazie alla disponibilità di servizi integrati e soluzioni ad hoc.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori