trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Appunti di visual storytelling
Fotografia e booklet multimediali per un percorso narrativo online capace di generare interesse e conversioni
di

Articolo

«Catturare negli scatti sia gli elementi descrittivi, sia gli aspetti più emozionali dell’hotel. Far emergere attraverso i dettagli, e con immagini non di maniera ma ricche di vissuto, l’atmosfera e l’accoglienza di ogni spazio: dalle camere alla reception, fino agli esterni e alle aree leisure». È questo l’obiettivo principale di un servizio fotografico dedicato all’ospitalità. Nel mondo della promozione online e del web marketing la comunicazione per immagini è infatti un aspetto assolutamente chiave di qualsiasi strategia: «Come ormai universalmente noto, il primo e più immediato approccio del cliente con la struttura avviene oggi prevalentemente attraverso le agenzie online, il sito web e i social network», afferma ancora Carlo Tognozzi Moreni, titolare delle fiorentina Proficua, agenzia boutique specializzata in servizi per l’hôtellerie. «In tale contesto la funzione della fotografia acquisisce portata più ampia: l’aspetto estetico-formale deve integrarsi in una comunicazione articolata su più livelli e in grado di coinvolgere più dimensioni. Il servizio fotografico non può perciò che essere il risultato di una preliminare e attenta attività di progettazione, che parte dall’analisi degli aspetti di marketing della struttura e dalla conoscenza di quella realtà nel suo complesso».

Domanda. Quali quindi gli errori più comuni da evitare?
Risposta. In realtà, non esiste una metodologia o una tecnica fotografica univoca per un buon progetto dedicato all’ospitalità. A mio parere, l’errore principale è però quello di improntare la fotografia sulla ricerca esclusiva del bell’effetto estetico. O anche di forzare l’intervento di post-produzione, creando in questo modo una realtà che può risultare artefatta, con il solo fine di ottenere un impatto e “consenso” immediato.

D. Cosa cerca in particolare l’utente medio nelle immagini online di un hotel?
R. Meglio forse sarebbe parlare in questo caso di suggestioni: ispirazione per il proprio viaggio e la percezione relativa alla qualità generale del soggiorno. Ma anche un’emozione rispetto a quell’ambiente e a un’esperienza di ospitalità che sappia andare al di fuori dal perimetro della struttura.

D. Oltre alle fotografie, per rendere riconoscibile l’offerta di una struttura nel mare magno del web è oggi altrettanto importante trovare modalità innovative di presentazione e produzione dei contenuti. Voi, in particolare, proponete i booklet: perché nell’epoca del web 2.0 ha ancora senso parlare di impaginazione di prodotti digitali di promozione ?
R. Come accennava giustamente lei, attualmente milioni di contenuti turistici vengono scambiati e distribuiti in rete ogni giorno. Lo sforzo degli operatori che intendano essere competitivi deve perciò proprio mirare a fare “stand out” in rete, mettendosi nelle condizioni di esaltare i propri contenuti anche per il modo in cui vengono proposti, distribuiti e fruiti sui vari device. Occorre in altre parole confezionare una «brand e selling proposition», in grado di valorizzare il proprio patrimonio di «rich content» (contenuti digitali e interattivi). L’obiettivo allora è quello di brandizzare la propria identità, in modo da renderla riconoscibile e attraente per i propri target reali e potenziali, nonché di aumentare il proprio traffico online e il social engagement. E ciò proprio grazie alla produzione di contenuti di qualità, belli e ben confezionati. Disporre di strumenti professionali e facilmente gestibili per fare content marketing e costruire il cosiddetto «visual storytelling» è quindi un asset fondamentale per una struttura turistico-ricettiva. E questa è proprio la filosofia e la mission di Papermine.com: una piattaforma di content marketing creata da una start up premiata a livello internazionale di cui Proficua si avvale.

D. Quali allora le caratteristiche di un booklet costruito in maniera efficace?
R. Un booklet, più comunemente definito anche brochure 2.0 o catalogo multimediale, è dotato delle più aggiornate funzionalità web: della possibilità, cioè, di creare e pubblicare «rich content» quali articoli, immagini, fotogallery e video. Ma dà anche l’opportunità di inserire le cosiddette «call to action», tanto utili alla conversione diretta delle proprie offerte commerciali, nonché di integrare il proprio booking engine e di indicizzare i contenuti per renderli più visibili. Non mancano poi le funzioni integrate per la distribuzione sui social, così come le possibilità di personalizzazione del tema grafico e l’opzione dominio personalizzato. I booklet, inoltre, sono responsive design e cross-device, cioè perfettamente fruibili su ogni dispositivo. Fondamentali sono infine le statistiche, aggregate e puntuali, sui dati di consultazione degli stessi booklet.

D. In cosa si distingue uno strumento di questo tipo da un semplice impaginato tradizionale trasformato in pdf o pubblicato su siti in stile Issuu?
R. A differenza di un pdf tradizionale o delle piattaforme che trasferiscono online file di testo o immagini singole, il booklet è un prodotto integrato e web nativo. Dotato perciò di tutte le più performanti funzionalità che la rete offre: tecniche seo, ossia l’ottimizzazione dei contenuti per i motori di ricerca, nonché produzione di statistiche e la capacità di generare leads (potenziali clienti) e conversioni.

D. Come infine integrare foto e booklet in un progetto di marketing coerente e complessivo?
R. Un booklet efficace è proprio un prodotto basato sul visual storytelling, in cui testi, immagini fotografiche e video creano un percorso narrativo che risulta coinvolgente per il lettore. Nel caso dell’hôtellerie, i booklet Papermine nascono per raccontare e valorizzare la struttura nel suo complesso, ma sono anche in grado di focalizzare attività e servizi specifici, nonché aspetti premium, come gli spazi dedicati alla ristorazione, al wellness o alle attività sul territorio.


Identikit di Proficua
www.proficua.it

Proficua Firenze è un’agenzia di servizi per l’hôtellerie. Si rivolge a tutte quelle strutture che ritengono centrale comunicare in modo accurato e aggiornato il valore della propria offerta attraverso l’immagine fotografica, il continuo miglioramento del proprio sito web e l’ottimizzazione della vendita sui canali online. Proficua è una realtà boutique, fatta di professionisti del web, del web marketing e più in generale della comunicazione a 360 gradi, che segue con dedizione, passione e continuità i propri clienti.
Qui potrete trovare alcuni esempi di booklet per l’ospitalità: http://cataloghi.proficua.it/pub/1571213/; https://papermine.com/booklet/soho-grand-spring-in-soho-promotion/; https://papermine.com/pub/844295.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori