trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Hilton lancia il nuovo brand midscale Tru

Articolo

Arriva il nuovo brand Hilton dedicato al segmento midscale: si chiama Tru (un nome che richiama l'aggettivo «vero»: in inglese «true») e pare vanti già 102 contratti siglati, tutti nel Nord America. Il concept del nuovo marchio prevede la presenza di una lobby con un ampio ambiente open space diviso in quattro diverse aree funzionali e modulabili, per il relax, il lavoro, la ristorazione e il gioco. Le camere, senza scrivania, dovrebbero essere di dimensioni più piccole rispetto alla media (almeno degli Stati Uniti), ma fornite di televisioni 55 pollici e finestre di altezza pari a quasi 2,5 metri. Le stanze inoltre dovrebbero essere costruite in modo estremamente funzionale, per rendere le operazioni di pulizia più rapide possibili. Dietro al front desk è quindi previsto un "muro social media" con contenuti aggiornati in tempo reale, mentre l'offerta f&b sarebbe garantita da un market 24/7 ad hoc. Scontata, infine, la presenza di una connessione wifi efficiente e di un fitness center. Secondo quanto dichiarato dalla global head Tru, Alexandra Jaritz, alla testata online HotelNewsNow, il costo per camera dovrebbe aggirarsi tra gli 83 mila e gli 85 mila dollari (terreno escluso), per un investimento totale che dovrebbe mantenersi al di sotto dei 10 milioni di dollari. In questo modo, ritiene Hilton, si potrebbero aprire più canali di finanziamento per gli sviluppatori, in quanto cifre di tale entità sarebbero alla portata anche degli istituti di credito più piccoli. In questa fase iniziale, i mercati target del nuovo brand sono soprattutto gli Stati Uniti e il Canada, ma l'idea è quella di provare presto a espandersi anche nel resto del mondo. Resta come sempre il dubbio di quanto un marchio, che pare avere standard strutturali piuttosto rigidi, possa adattarsi a un contesto come quello europeo, dove è sempre più difficile dare il la a nuove costruzioni, rispetto alle possibilità aperte dalle conversioni.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori