trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Insieme a Libera contro le mafie
All'ultimo convegno nazionale, forte impegno Solidus per un'economia legale e sostenibile
di

Articolo

Una presa di posizione forte a favore della legalità e una scommessa da vincere per il turismo e per il paese, con la volontà di lasciare il segno e creare futuro. È l'impegno assunto dalle sette realtà parte di Solidus, in collaborazione con l'organizzazione antimafia Libera, per fare rete con le associazioni imprenditoriali, le istituzioni locali e nazionali, nonché con gli istituti alberghieri e del turismo, in modo da dare vita a un tavolo di lavoro sulla gestione dei beni turistico-ricettivi confiscati alla criminalità organizzata e creare economia legale e sostenibile.
L'iniziativa è stata annunciata a corollario del quindicesimo convegno nazionale Solidus: il forum permanente delle associazioni professionali del mondo alberghiero italiano che questa volta ha scelto il Piemonte, e in particolare Novara e Stresa, quali sedi della propria tradizionale assemblea annuale. Incentrato sulla gestione del dopo-Expo e sulle sue ricadute sul territorio, l'evento ha visto anche la partecipazione di numerose scuole alberghiere lombarde, liguri e piemontesi.
Tra gli ospiti intervenuti, Nicoletta Poliotto ha quindi presentato il proprio lavoro editoriale dedicato al web marketing per la ristorazione, mentre Antonio Diciano di Amira ha illustrato il libro strenna Expo 2015, Giovanni Guadagno ha raccontato del progetto che ha vinto il concorso Fondazione Cariplo sulla certificazione delle competenze in campo turistico-alberghiero, e lo stesso presidente Solidus, Carlo Romito, si è occupato di approfondire gli effetti dell'Esposizione universale con alcuni esponenti delle istituzioni locali e nazionali.
Al termine della giornata novarese si è poi svolto il gemellaggio gastronomico fra la pasta del consorzio Libera Terra, le scuole alberghiere presenti e le associazioni di Solidus, grazie a un menu composto da un risotto al Gorgonzola, uno alla milanese, delle lasagne al pesto e dei vini offerti da alcuni sommelier professionisti nonché dalla stessa Libera Terra. Una partnership culinaria, quella tra Solidus e Libera, che si è poi concretizzata in un impegno fattivo durante la successiva tavola rotonda di Stresa, dedicata appunto al «riuso dei beni turistico-ricettivi confiscati alle mafie».


I professionisti dell'anno
Come vuole tradizione, in occasione del convegno nazionale Solidus sono stati anche celebrati i sette professionisti dell'anno (uno per ciascuna associazione aderente al forum): protagonisti dell'ospitalità italiana che si sono distinti durante il 2015 per l'eccellenza nel servizio e nel lavoro. Eccone l'elenco:
Alessandra Marzano (Associazione italiana housekeeper ? Aih)
Ezio Falconi (Associazione barman italiani ? Abi Professional)
Antonino Spatafora (Federazione delle associazioni italiane dei portieri d'albergo e front office «le Chiavi d'Oro» - Faipa)
Nicola Bonera (Associazione italiana sommelier ? Ais)
Giuseppe Casale (Federazione italiana cuochi ? Fic)
Nicola Di Lisa (Associazione maître italiani ristoranti e alberghi ? Amira)
Francesco Mennella (Associazione direttori d'albergo - Ada)

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori