trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Galdus: corsi mirati per concrete opportunità di lavoro
di

Articolo

www.galdus.it

«Volevamo mettere a frutto la nostra esperienza ultra-ventennale nel campo della formazione per i giovani, creando un percorso che potesse risultare utile a chi, anche in età più matura, desideri riqualificarsi per scoprire nuove opportunità lavorative». È il vicepresidente, Stefano Bertolina, a spiegare le motivazione che hanno spinto una realtà come Galdus, da tempo impegnata in attività di formazione per aziende, corsi di obbligo scolastico-formativo per i giovani, laboratori per il tempo libero e percorsi di accompagnamento al lavoro, a lanciare i corsi professionali dedicati ai barman, ai commis de rang (camerieri) e agli chef de rang (responsabili di sala), nonché il corso di livello base riservato a cuochi - chef de cuisine. Entrambi in partenza a Milano il prossimo 26 ottobre, prevedono un programma articolato in lezioni in aula (256 ore il primo, 308 il secondo) e in stage curriculari (rispettivamente 168 e 120 ore).
«Ed è proprio la parte pratica di questi percorsi che può aprire numerose opportunità ai nostri allievi», racconta sempre Bertolina, che in Galdus ricopre anche la carica di direttore formazione superiore e continua. «Grazie alla nostra pluriennale attività nel settore, sono molte infatti le imprese alberghiere e ristorative interessate ai partecipanti ai nostri corsi, per proporre loro periodi di stage, che spesso si traducono poi in veri e propri contratti di lavoro. Questo perché, oltre alle competenze tecniche indispensabili a ricoprire ogni specifico ruolo, noi cerchiamo sempre di trasmettere anche quelle soft skills, fatte soprattutto di flessibilità, capacità relazionali, disponibilità e cura della persona, che spesso fanno la vera differenza agli occhi di un’azienda intenzionata ad assumere nuovo personale».
Ma Galdus è impegnata pure nell’organizzazione di corsi di istruzione tecnica superiore (i cosiddetti Its post-diploma), in partnership con la fondazione InnovaTurismo di cui è peraltro tra i soci fondatori: «A breve partirà in effetti la seconda edizione del nostro percorso biennale per tecnici superiori per la gestione e lo sviluppo di strutture alberghiere», rivela Bertolina.
Ma qual è la principale differenza tra un percorso accademico tradizionale e un Its? «Sostanzialmente i corsi di istruzione tecnica superiore si qualificano per la presenza delle aziende nel novero dei partner coinvolti direttamente nell’attività didattica, oltre che di almeno un istituto scolastico, un ente di formazione, un’università o un ente di ricerca, e un’istituzione locale. Tra le realtà partner di questo corso c’è per esempio anche Federalberghi, mentre molte delle lezioni saranno tenute da professionisti del settore e si svolgeranno direttamente all’interno di strutture alberghiere selezionate. Non solo: a tutti coloro che frequenteranno fino al termine il programma, è garantito anche uno stage curriculare di almeno quattro mesi. Certo, magari all’inizio non si potrà aspirare subito a essere assunti come general manager, ma dato il carattere eminentemente pratico delle lezioni, ci sono buone possibilità di trovare presto impiego con ruoli di responsabilità in uno dei vari comparti in cui si divide l’attività alberghiera». Per chi fosse interessato, ulteriori informazioni si possono trovare su www.galdus.it.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori