trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Antitrust: mezzo milione di multa a TripAdvisor

È arrivata pochissimi giorni prima di Natale la sorpresa dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato per il noto portale di recensioni online: mezzo milione di euro di multa per «diffusione di informazioni ingannevoli sulle fonti delle recensioni». In particolare, si legge in una nota, l’Agcm stigmatizza la pratica di TripAdvisor di pubblicizzare la propria attività mediante claim commerciali che, in maniera particolarmente assertiva, enfatizzano il carattere autentico e genuino dei contenuti pubblicati, inducendo così i consumatori a ritenere che le informazioni siano sempre attendibili in quanto espressione di reali esperienze turistiche.
Netto apprezzamento per la decisione dell’Antitrust, «che si muove nella direzione giusta, volta ad offrire maggiore tutela ai consumatori e alle imprese», è stato subito espresso dal direttore generale di Federalberghi Alessandro Nucara. TripAdvisor, per parte sua, ha diramato un comunicato ufficiale in cui si difende dichiarandosi fortemente in disaccordo con il provvedimento dell’Autorità e annunciando la propria intenzione di fare ricorso: «La politica di tolleranza zero dell’Antitrust significa che ci avrebbero condannato anche se solo una recensione su 1 milione fosse stata considerata non accurata». Ma questo è uno standard «non realistico per nessuno modello di business», sostiene tra le altre cose il portale di recensioni. «Si dovrebbe altrimenti giungere alle stesse conclusioni contro una banca che utilizza la parola “sicuro” o “protetto” perché un cliente ha subito un tentativo di frode sulla sua carta di credito».
Non solo: nel suo documento difensivo lo stesso portale asserisce anche di intraprendere da tempo tutta una serie di azioni particolarmente aggressive per combattere le frodi, nonché di avere messo in piedi un adeguato sistema di controllo e prevenzione. Tuttavia l’Antitrust fa notare come «le risorse umane, che TripAdvisor destina allo svolgimento di tale attività, sono molto limitate, in quanto per l’Europa il gruppo di investigazione è composto da cinque dipendenti, dei quali solo uno conosce l’italiano».

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori