trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Il brand Aloft assume un robot-maggiordomo
di

Articolo

Diplomatosi presso la società americana Savioke, dove si specializza in ospitalità e nell’esecuzione di compiti rudimentali, Alo è il nuovo maggiordomo dell’Aloft di Cupertino: la città californiana celebre nel mondo perché ospita la sede della Apple. Come si può intuire dal suo curriculum piuttosto originale, non si tratta però di un protagonista dei nostri consueti Giri di poltrona, che potete leggere periodicamente sulla nostra testata, bensì del primo robot impiegato da un brand internazionale dell’ospitalità con compiti sia di back, sia di front-office. Avviluppato in una pellicola per alimenti e dotato di una divisa professionale con tanto di cartellino di riconoscimento, l’automa è in grado di portare a termine e di organizzare una serie di consegne, di comunicare senza sforzo con gli ospiti e con le applicazioni alberghiere, nonché di muoversi liberamente all’interno della struttura, riuscendo persino a utilizzare l’ascensore. «Trovare il candidato ideale per questa particolare posizione non è stato affatto facile. Quello che cercavamo era infatti uno specifico set di competenze automatizzate», racconta il global brand leader di Starwood, Brian McGuinness. «Appena Alo ha varcato la nostra porta, abbiamo però subito capito che si trattava del robot che faceva per noi. L’automa della Savioke ha infatti al contempo l’etica del lavoro di Wall-E (il robot spazzino, protagonista di un fortunato lungometraggio della Disney, ndr) e l’ironia della Rosie dei Pronipoti (una serie animata griffata Hanna-Barbera, ndr). Siamo perciò davvero entusiasti che Alo sia entrato a far parte del nostro staff».

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori