trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




La formazione che sa di buono
Alla scoperta di una nuova realtà italiana tra consulenza, organizzazione eventi e formazione
di

Articolo

In un periodo complesso come quello che stiamo vivendo fa piacere scoprire che esiste chi ancora crede nella possibilità di investire in nuove iniziative e guarda con ottimismo al futuro. È il caso, per esempio, di Gustality, nuovo brand nato dall’evoluzione di Ristorazione & Ospitalità, che si occupa di consulenza, ristorazione, organizzazione di eventi e di tutto quanto ruoti attorno all’ospitalità e al retail. «Abbiamo scelto di iniziare a fare questo percorso in un momento di crisi per essere pronti quando il mercato si riprenderà e perché possiamo affrontare le richieste con una professionalità che oggi è sempre più richiesta», racconta Marco Fattorelli, uno dei soci di questa nuova realtà veneta. «Siamo anche consapevoli, però, che oggi c’è molta più scelta rispetto a un tempo. E che perciò dobbiamo essere pronti a dare il massimo».
Domanda. Proviamo a scoprire, allora, cosa bolle nelle vostre pentole: a ottobre darete il via a oltre 50 corsi di formazione. Un numero davvero ragguardevole: di che si tratta?
Risposta. Di progetti tutti legati al tema della ristorazione, dell’ospitalità e della cucina. I corsi, in particolare, si terranno in location differenti: la parte teorica di quelli a tema alberghiero sarà trattata nella nuova scuola di formazione, che abbiamo aperto in via Roveggia 124 a Verona, e su cui puntiamo molto. Il Boffenigo Small Beautiful Hotel di Costermano e il Villa Quaranta Park Hotel di Ospedaletto di Pescantina saranno invece i teatri ideali per fare pratica. Stessa location, poi, anche per la parte teorica delle lezioni dedicate alla gestione dei ristoranti, mentre l’aspetto pratico sarà sviluppato a Villa Quaranta. I corsi di cucina si terranno, infine, presso il Boffenigo Hotel.
D. Qual è il target di riferimento di questi progetti formativi?
R. Le lezioni dedicate a ristorazione e hotel sono rivolti a persone con esperienza nel settore, perché si tratta di corsi di alta formazione professionale. I percorsi legati alla cucina, invece, sono adatti anche a privati, ad albergatori e a ristoratori magari meno esperti in materia, ma intenzionati a migliorare professionalmente. In ogni caso, noi siamo in grado di proporre anche scontistiche per le aziende che hanno gruppi di lavoro nutriti: oltre le sette persone, in particolare, i nostri docenti sono disponibili persino a domicilio, direttamente dal richiedente.
D. In base a quali criteri sono stati selezionati i formatori?
R. Sostanzialmente in base alla loro professionalità ed esperienza nei singoli settori di competenza. Nei formatori, infatti, noi cerchiamo l’effettiva capacità di affrontare le specificità del campo in cui operano. Non c’è nulla di generico.
D. La formazione è oggi un settore particolarmente affollato. Quali sono le caratteristiche che differenziano e caratterizzano la vostra offerta rispetto a quella degli altri player del comparto?
R. Credo risiedano soprattutto nella selezione di professionisti che abbiano reali esperienze lavorative, forti e riconosciute a livello nazionale. Io personalmente non scelgo infatti i formatori solo perché possiedono un titolo di studio; richiedo loro una forte capacità di risoluzione delle problematiche. Per me l’approccio problem solving è indispensabile. L’idea è quella di non evidenziare le questioni affrontandole solo teoricamente, ma di fornire sempre delle risposte pratiche e attuabili.
D. Gustality ha stretto anche partnership di rilievo con varie realtà. Ci può indicare quali sono i soggetti collegati con voi e che ruolo hanno?
R. Siamo associati a Confindustria e, in particolare, a due strutture come FederTurismo e Cim & Form. Con quest’ultima, tra l’altro, cominceremo dei corsi proprio a gennaio 2014. Ma organizziamo programmi formativi pure con l’Ente bilaterale della Confcommercio e siamo collegati con la provincia di Brescia per seguire, come giurati insieme all’Associazione maîtres italiani ristoranti e alberghi (Amira), di cui uno dei nostri soci è anche vicefiduciario per la sezione del Lago di Garda, il Trofeo d’oro della ristorazione italiana di Montichiari. Altre partnership che ci caratterizzano sono quindi quella con il gruppo di attrezzature alberghiere Dal Toscano di Mantova, con l’Associazione albergatori Bardolino e Brescia, con l’università della Bovisa di Milano e con Giustacchini, che fornisce le creazioni cartacee per i wedding planner, le bomboniere e quant’altro.
D. A proposito di matrimoni: quali e quante sono le location da voi gestite per l’organizzazione di eventi?
R. Sono due: la Clubhouse del Villa Quaranta Park Hotel e Il Mulino di Massimbona. Quest’ultimo, in particolare, è stato appena acquistato e sarà operativo a partire dalla prossima estate. Si tratta di una struttura molto particolare, essendo un mulino all’interno del parco del Mincio.
D. Che tipologie di eventi organizzate solitamente?
R. Principalmente matrimoni e meeting aziendali. La nostra wedding planner, Laura Fontanesi, è in grado di affrontare il discorso matrimoniale a 360 gradi: dagli anelli alla scelta dei centri tavola, fino al noleggio auto. Dei meeting si occupa, invece, Fabio Turirni, professionista dell’hôtellerie capace di prestare attenzione a ogni aspetto utile per l’azienda cliente: dall’affitto delle camere al noleggio dell’attrezzatura tecnica, senza scordare naturalmente le prenotazioni dei pullman.
D. Data l’ampiezza delle vostre attività, quant’è importante la comunicazione del brand per voi?
R. È fondamentale. Stiamo puntando molto sulla comunicazione soprattutto per far conoscere la vocazione formativa di Gustality: prima a livello territoriale e, successivamente, in tutto il Nord Italia.
D. Avete delle mire espansionistiche anche a livello internazionale?
R. Sì, in particolare per il settore wedding. Nella zona del Lago di Garda, specie nel periodo estivo, ci sono molti cinesi, russi, tedeschi, olandesi. Ci interessa, perciò, entrare in contatto con gli stranieri interessati a sposarsi in Italia. Una delle modalità per far conoscere questa nostra attitudine potrebbe essere così quella di partecipare a fiere estere, per spingere l’intera città di Verona quale destinazione ideale per matrimoni. Magari anche con il patrocinio del comune.
D. Qual è la ricetta del successo per Marco Fattorelli?
R. Professionalità e costanza nel lavoro. Non si può farne a meno. E credibilità. A questo proposito, la fiducia accordataci da Confcommercio e Confindustria Verona sicuramente gioca a nostro favore. Anche perché si tratta di patrocini che non vengono mai concessi alla leggera.


Identikit di Gustality

www.gustality.it
Attraverso la sua rete di servizi e competenze, in grado di soddisfare tutte le esigenze, Gustality è consulenza a 360 gradi su ristorazione, accoglienza e retail. La forza del brand risiede, in particolare, nella capacità di problem solving e nella preparazione dei propri collaboratori, forti di una cultura dell´accoglienza propria del territorio dove l´azienda nasce e si orienta: Verona, Valpolicella, Lago di Garda. Dalla fase di studio a quella progettuale, fino all’apertura dell´esercizio, Gustality supporta la proprietà nell´ideazione, gestione, organizzazione, sviluppo e risoluzione delle problematiche, intervenendo anche su progetti già in essere.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori