trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Che visione: ottimismo o determinazione?
di

Sembra ieri che è iniziato l’anno e ci troviamo già a considerare di quanto si sia anticipato il buio della sera; siamo pronti con le valigie per le vacanze e nel contempo facciamo previsioni per il prossimo autunno.
Viviamo il presente, con lo sguardo, timoroso, verso il futuro che non ci rassicura e ci chiediamo cosa fare. La risposta più ovvia sarebbe quella di copiare Orietta Berti: «Finché la barca va…»; la barca però fatica ad andare e allora è necessario profondere maggiore impegno nel governarla.
Come in ogni occasione che crea un distacco dalla routine, e così è per noi che tradizionalmente sospendiamo il giornale per l’agosto, ci si fa un esame per valutare cosa si è fatto e, se se si sono fatti errori, cercare di correggerli.
Una tra le cose che ultimamente mi hanno dato maggiore soddisfazione è stata l’acquisizione della autorizzazione a operare come Agenzia per il lavoro, che ci consente di essere attivi (con il marchio Resume: www.resumehospitality.it) come head hunter; abbiamo creato una struttura operativa seguita da due professioniste, laureate in piscologia del lavoro, esperte in turismo e ci prepariamo, trasferiti tra l’altro in nuovi uffici più ampi, ad affrontare la ripresa autunnale, con determinazione.
Avevo terminato l’ultima frase con la parola ottimismo, ma mi è sembrato eccessivo e la ho corretta con «determinazione».
Già questa novità sarebbe stata sufficiente, ma non ci avrebbe fornito la scossa emotiva che si ricava da una realizzazione non tradizionale: consci della diffusione, e dell’apprezzamento dell’italianità nel mondo, soprattutto nella ristorazione, nonché dello sviluppo dell’economia nell’area asiatica, abbiamo così aperto un ufficio a Singapore, che opererà in quella parte del mondo.
Eccessivo? Forse, però è necessario, a problematiche nuove, fornire risposte non tradizionali. Riusciremo a incidere, nel trasferire conoscenze e esperienze della professionalità italiana in Asia? Speriamo di sì; nel frattempo, comunque, soddisfatti di aver combattuto l’inerzia, andiamo sulle Dolomiti.
Come al solito buone vacanze per chi le ha programmate ora, e buon lavoro per i tanti che in questo periodo vivranno il momento di maggior impegno. Arrivederci al 29 agosto.

COMMENTI
« Gentilissimo editore Caneva

La barca deve andare.Il fatto e', che la confusione e la paura (GIUSTIFICATA)del futuro,confondono la rotta.Tra governanti insicuri e insipienti,tra economisti in cerca non di soluzioni, bensi' di frasi ad effetto,anche le bussole piu' perfette e tarate,sballano la rotta.
C'e' la crisi.E quel po' di lavoro e' svolto con mano tremante e incerta.Ma poi,arrivano considerazioni come la sua e allora si sente il profumo di cose buone.Si torna ad essere speranzosi e nuovamente il futuro torna ad essere qualcosa da sfidare e non da fuggire.Grazie
Postato da Massimiliano Scio\' , portiere - 14:55:18 27-07-2013

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori