trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




In libreria - Liberalizzazioni: crisi di un modello un paese in crisi

Articolo

Liberalizzazioni: crisi di un modello un paese in crisi. Undicesimo rapporto

A cura di Giovanna Acampa, Andrea Bitetto, Giuseppe de Vergottini, Stefania Fuscagni, Sergio Mattia, Alessandra Oppio, Alessandra Pandolfi, Giuseppe Pennisi, Marco Ponti, Giorgio Ragazzi, Alberto Vannucci
Società Libera
384 pagine
22,00 euro
(Il volume può essere acquistato sul sito www.societalibera.org, nonché in formato Kindle ed ePub)

Da un rapporto sul processo di liberalizzazione ci si attenderebbe una significativa mole di risultati e di obiettivi raggiunti. Invece, proprio nel bel mezzo di una crisi, che da finanziaria ed economica è divenuta anche sociale e di fiducia, capace di minare la stessa coesione sociale, arrivano risultati deludenti. Il 2012 è stato l´anno delle privatizzazioni chiacchierate, in cui, al di là di quotidiane generiche invocazioni, non si sono intraviste organiche strategie per l´individuazione di una netta e comprensibile politica economica. Il sostanziale arresto del processo di liberalizzazione - privatizzazioni si è innescato nella crisi complessiva di un paese fermo, in cui la classe dirigente, nel suo insieme, è altrettanto immobile, incapace di scelte utili a riavviare meccanismi di dinamicità nel circuito consumi, produzione, investimenti, occupazione. È questo quindi un lavoro che individua, come origine di molti mali, il sodalizio tra statalismo e falso liberalismo: lo statalismo che si è fatto burocrazia, cioè potere dell´apparato, e il falso liberalismo che ha prodotto liberalizzazioni di facciata funzionali a rafforzare solo le propaggini di una classe politica.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori