trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Nuova rivoluzione in casa Nh
La compagnia alberghiera cambia governance scindendo le figure di presidente e a.d.

Articolo

Ancora un cambio ai vertici di Nh Hoteles dopo la rivoluzione che, poco più di un anno fa, aveva condotto alle dimissioni dello storico presidente e amministratore delegato della compagnia, Gabriele Burgio, oggi alla guida di Alpitour. La società, evidentemente alla ricerca di un equilibrio in grado di portarla fuori dalle difficoltà in cui versa da qualche tempo, ha infatti deciso di adottare una nuova governance, scindendo gli incarichi apicali della compagnia in due figure distinte: un presidente del consiglio, le cui funzioni non esecutive si concentreranno sull’amministrazione e direzione della società, e un amministratore delegato focalizzato sulle attività di business. Il cda del gruppo ha così individuato il nuovo presidente non esecutivo in Rodrigo Echenique Gordillo, già amministratore delegato del Banco Santander (1988-1994) e con un’ampia conoscenza di Nh Hoteles, di cui fu membro dello stesso consiglio di amministrazione dal 1997 al 2005. Nella medesima seduta del cda è stato quindi nominato consigliere della società, Federico González Tejera (in passato collaboratore di colossi multinazionali quali Disneyland Paris e Procter & Gamble), dopo che, durante un precedente incontro, su proposta del presidente e amministratore delegato uscente, Mariano Pérez Claver, lo stesso Tejera era stato anche assunto in qualità di nuovo a.d. del gruppo.


Aumentano le perdite del gruppo ma regge il tasso di occupazione

A causa della marcata contrazione economica nell’Europa meridionale, Nh Hoteles ha annunciato una perdita, nella gestione ordinaria, di 26,6 milioni di euro durante i primi nove mesi del 2012, contro il rosso da 14,5 milioni di euro registrato nello stesso periodo dell’anno scorso. La recessione ha infatti intaccato pesantemente la domanda, danneggiando in maniera più significativa i segmenti relativi al corporate business. La perdita di volumi di attività nel mercato corporate è stata tuttavia parzialmente controbilanciata, recita una nota ufficiale di Nh, dalle nuove vendite basate sulle promozioni, attraverso i canali di distribuzione elettronica e l’ufficio centrale di prenotazioni. Il clima economico globale, prevalentemente avverso, sta avendo, in particolare, effetti molto negativi sulle destinazioni secondarie, che stanno registrando rendimenti di gran lunga inferiori rispetto alle città principali, soprattutto in Italia e in Spagna. In generale, il ricavo medio per camera disponibile (revpar) degli hotel del gruppo è calato, su base comparabile, dell’1,41%, nonostante una sostanziale tenuta dei tassi di occupazione, passati dal 65,3% dei primi nove mesi 2011 al 64,8% di quest’anno.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori