trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




La birra diventa archeologica

Articolo

Prosegue, da parte dei produttori più consapevoli, la ricerca di bevande e alimenti sempre più legati al territorio di appartenenza. È questa la volta, in particolare, di una birra ispirata alle bevande fermentate presso le antiche popolazioni italiche, soprattutto etrusche. Basata sugli ingredienti ritrovati presso siti archeologici di tutta la penisola, la novità del birrificio reatino Birra del Borgo è il frutto di un progetto supervisionato da Patrick McGovern, direttore scientifico del laboratorio di archeologia biomolecolare dell’università della Pennsylvania, che sulla base delle testimonianze raccolte ha individuato gli ingredienti per quella che può essere considerata una vera e propria archeobirra. Questa, in particolare, è fatta di grano Saragolla, (una varietà antichissima di un cereale antenato dei moderni grani duri, introdotto in Abruzzo dalle popolazioni protobulgare nel 400 d.C.), malto d’orzo, nocciole, uva passa e melograni, nonché resina naturale e miele.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori